Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/08/2022 alle ore 20:45

Calcio

03/01/2022 | 12:50

Totocalcio, dal 4 gennaio il gioco riparte con nuove formule

facebook twitter pinterest
totocalcio

ROMA - Il Totocalcio è pronto a rivivere in una veste tutta nuova a partire dal 4 gennaio, quando prenderà il via in concomitanza con la seconda giornata di ritorno della Serie A. Lo comunica Sisal in una nota. La dinamica di base, il famoso 1X2, rimane invariata, ciò che cambia radicalmente sono le formule di gioco a disposizione dei giocatori: dal prossimo concorso, si potrà decidere di vincere indovinando 3, 5, 7, 9, 11 o 13 partite. Di queste, alcune saranno obbligatorie e altre opzionali: una nuova metodologia che punta non solo ad attrarre i giocatori storici, ma anche avventori più giovani rendendo il gioco più emozionante e facile, sia in ricevitoria che sul sito sisal.it. Ad ogni tipologia di vincita corrisponderà un Jackpot differente proporzionato alla formula prescelta al momento della giocata. Tutte le importanti novità del Totocalcio puntano a un rilancio completo del gioco, che si presenterà con una veste grafica rinnovata per nuove emozionanti domeniche di passione.

«Nonostante la fortissima concorrenza dei giochi sportivi, il Totocalcio ha resistito al passare del tempo e oggi è pronto a far rinnamorare gli italiani con una nuova formula», ha commentato Massimo Temperelli, Managing Director Betting di Sisal. Del resto, il Totocalcio continua a offrire l’opportunità, investendo importi molto bassi, di sperare di vincere premi da centinaia di migliaia di euro: «Fare tredici è un’affermazione entrata a far parte del nostro lessico e giocare la schedina è una tradizione per gli affezionati del Totocalcio, che in ricevitoria mettono in scena dei veri e propri riti. Una volta il Totocalcio era l'unico gioco legato al calcio, oggi compete soprattutto con le scommesse ed ha un mercato di nicchia, legato alla tradizione. Nonostante questo è uno dei marchi più riconosciuti e oggi, con le nuove modalità che lo rendono più semplice e coinvolgente, chissà, magari riuscirà a conquistare anche il pubblico più giovane, che della schedina ha solo sentito parlare ma con cui non si è mai cimentato», conclude Temperelli.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password