Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2020 alle ore 14:00

Scommesse

08/05/2020 | 11:30

Fase 2: Abbiamo provato (virtualmente) #1620, il sistema di accettazione scommesse di Obiettivo 2016 che azzera i contatti 'proibiti' nei negozi

facebook twitter google pinterest
ughi obiettivo2016 scommesse agenzie

ROMA - «Un ambiente sicuro e funzionale è indispensabile per la ripresa delle nostre attività». Nelle parole di Maurizio Ughi è racchiuso un mondo intero. Capovolto dall'emergenza Covid-19. E, se la corsa alla cura e al vaccino rappresenta la quinta più importante nel teatro del prossimo futuro, sono le idee a fare da propulsore per la ripartenza del tessuto lavorativo e professionale. E, nell'industria in cui si colloca l'intuizione di Obiettivo2016, l'idea parte dalle priorità sociali che passano per raccomandazioni e normativa delle istituzioni. E cioè dalla necessità di evitare il più possibile il contatto fisico tra le persone in un negozio, sui mezzi pubblici o in fila al supermercato.

Quando mi è stato chiesto di fare una sorta di amichevole recensione del (o 'della', fate voi) #1620 - il nome del sistema di gioco si specchia nel concetto di mondo capovolto e nell'essenzialità dell'idea - devo dire la verità, pur conoscendo Maurizio Ughi e la sua band, ho pensato a qualcosa che rispecchiasse il concetto di prevenzione, ma non immaginavo che in così poco tempo si potesse dar vita a un qualcosa di cos efficace.

Dunque, Obiettivo 2016 ha studiato un sistema di accettazione e incasso delle scommesse semplice e per utilizzo e definitivo nella convivenza forzata con il coronavirus. Così è nato #1620, un sistema sul quale si è ragionato, innanzitutto, per proteggere gli operatori dei negozi di gioco e i clienti dal tradizionale contatto 'hand in hand'. Poi, si è pensato alla decisa diminuzione di possibili assembramenti all'interno della sala scommesse. Disarmante la semplicità del Sistema #1620, concepito attraverso una lente che ha messo un concetto essenziale: la Familiarità.

Eh sì, la parola magica è questa – familiarità - e non è un caso che l'agile procedimento di gioco e incasso si snodi attraverso modalità di uso corrente: una macchina che richiama a quella dei ticket della metro o delle multisale cinematografiche, un monitor come quello del mac o del pc, un lettore di codice a barre che incrociamo tutti i giorni nei supermercati. E, sì, il cellulare, grazie alla capacità di interazione tra sistema di gioco e smartphone. Tutto questo, con una semplicità di utilizzo addirittura disarmante in un contesto di prevenzione _ anzi, Prevenzione, con la P maiuscola_ che sarà nostro fedele compagno per i mesi a venire. Dopo aver scritto tutto questo, mi sono reso che sarebbe bastato invitarvi a guardare il video – rilasciato sul sito obiettivo2016.it e su youtube a questo indirizzo - nel quale Obiettivo2016 spiega e racconta come è nata, perchè e come funziona #1620. L'avessi guardato prima, mi sarei risparmiato la fatica di arrivare fin qui con le parole.

 

Guarda il video: http://www.obiettivo2016.it/site/video-obiettivo-sicurezza-e-funzionalita/

 

PF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password