Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/06/2022 alle ore 20:15

Snaitech

07/03/2022 | 14:22

iZilove Foundation a fianco della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus nell'emergenza ucraina

facebook twitter pinterest
iZilove Foundation a fianco della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus nell'emergenza Ucraina

ROMA - Kit di pronto soccorso, antibiotici, anticoagulanti, ma anche coperte, alimenti non deperibili e molto altro: in tutte le città d’Italia in questi giorni sono attive raccolte di beni di prima necessità da inviare in Ucraina. Anche Snaitech – tramite iZilove Foundation, l'ente dedicato alle "good causes" – ha deciso di supportare il progetto dedicato all’emergenza ucraina avviato in questi giorni dalla Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, nata nel 2000 con la missione di aiutare l’infanzia e l’adolescenza in condizioni di disagio, le donne fragili in Italia, in Haiti e nel mondo, con la quale Snaitech collabora dal 2010.

Per rispondere alla situazione drammatica in cui si trova la popolazione ucraina, la Fondazione Francesca Rava si è infatti attivata localmente per definire le necessità più impellenti tramite il primario dell'Ospedale Pediatrico della Bukovnian State Medical University di Chernivtsi, un chirurgo pediatra volontario della Fondazione in Haiti. L'emergenza sanitaria più acuta riguarda la cura dei feriti e l’attenzione ai bambini ricoverati nelle strutture pediatriche. Per questa ragione, la priorità al momento è quella di acquistare ed inviare materiale sanitario, fondamentale per gli ospedali pediatrici ucraini e per la prima linea: kit di pronto soccorso, elettrocoagulatori, monitor per i parametri vitali, antibiotici, anticoagulanti, ferri chirurgici, ellettrobisturi, tourniquet, coperte ipotermiche.

Snaitech – tramite iZilove Foundation – ha immediatamente deciso di supportare il progetto della Fondazione, finalizzato al portare aiuto sanitario agli ospedali sul territorio ma anche a rispondere ai bisogni più urgenti delle migliaia di profughi in fuga dall’Ucraina e nei campi al confine (beni non deperibili, coperte, prodotti per l’igiene personale, etc).

“La situazione in Ucraina si aggrava ogni giorno di più, rivelandosi ormai come una vera e propria emergenza umanitaria: gli ospedali vengono bombardati, con conseguente perdita del materiale sanitario, la popolazione è stata costretta a lasciare le loro case e donne, bambini e anziani devono cercare riparo per proteggersi dai bombardamenti. Di fronte ad una tragedia come questa, nessuno può rimanere indifferente, al contrario siamo tutti chiamati a fare la nostra parte” ha dichiarato Fabio Schiavolin, amministratore delegato di Snaitech. “Ognuno di noi può contribuire con i propri mezzi e con i propri canali a supportare ed aiutare i cittadini ucraini, un popolo che oggi più che mai ha bisogno del sostegno di tutti noi. Siamo quindi felici di poter dare il nostro contributo attraverso il supporto a Fondazione Francesca Rava ma anche attivando una nostra raccolta interna di beni da spedire in Ucraina”.

“Grazie di cuore a Snaitech che, tramite iZilove Foundation, sostiene la Fondazione Francesca Rava anche in occasione di questa emergenza” afferma Mariavittoria Rava, Presidente Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, che aggiunge: “A poche ore dai durissimi attacchi russi in territorio ucraino, ci siamo tempestivamente attivati per portare aiuto concreto per rispondere alle necessità più urgenti tramite Oleg Bodnar, primario di chirurgia dell’ospedale pediatrico della Bukovnian State Medical University di Chernivtsi e nostro prezioso volontario che ha compiuto diverse missioni anche in Haiti. L'emergenza sanitaria più acuta riguarda la cura dei feriti e l’attenzione ai bambini ricoverati negli ospedali pediatrici. Molte strutture ospedaliere sono state bombardate e il materiale medico è andato perduto. Per questo è importante sostituirlo, tempestivamente, per poter garantire l’assistenza sanitaria ai feriti e ai malati. In queste ore, infatti, grazie all’aiuto di Aziende amiche la Fondazione ha organizzato la partenza dei primi convogli che trasportano strumenti chirurgici, kit di pronto soccorso, elettrocoagulatori, monitor per i parametri vitali, antibiotici, ellettrobisturi, tourniquet, coperte ipotermiche e materiale per le medicazioni. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per salvare tante vite, continuate a sostenerci!”.

Sempre grazie alla collaborazione di Fondazione Francesca Rava, Snaitech ha organizzato una campagna interna - #Snaitech4Ucraina – su tutte e tre le sedi di Milano, Roma e Porcari finalizzata a raccogliere beni di prima necessità da spedire nelle zone maggiormente colpite dalla guerra.

RED/Agipro

Foto Credits UP9 CC BY 4.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password