Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/10/2018 alle ore 08:35

SuperEnalotto

30/10/2017 | 11:03

SuperEnalotto: il 30 ottobre 2010 centrato il Jackpot più alto nella storia del gioco

facebook twitter google pinterest
SuperEnalotto 30 ottobre jackpot

ROMA - Il 30 ottobre è certamente una data storica per il SuperEnalotto che, in questo giorno, ha assegnato ben due Jackpot nel corso degli anni: nel 2010 venne centrato il Jackpot più alto nella storia del gioco, ben 177.729.043,16 euro suddivisi in 33 comuni grazie a un sistema della Bacheca. Sempre il 30 ottobre, ma nel 1999, a Napoli fu vinto un Jackpot da oltre 18 milioni di euro. 
Il Jackpot più alto mai assegnato nella storia del gioco fu vinto grazie a un sistema di 70 quote - del valore di oltre 2,5 milioni di euro ciascuna - divise in 33 comuni d’Italia. Di queste 70 quote, 25 furono giocate a Sperlonga in provincia di Latina presso la ricevitoria Tabacchi Ilario di Via Cristoforo Colombo, 3. La combinazione vincente fu: 4, 26 ,40 ,54 ,55 ,67. Jolly 41, SuperStar 78.
Anche il Jackpot di Napoli fu vinto grazie ad un sistema e la vincita pari a 18.751.270,38 euro venne realizzata durante il concorso SuperEnalotto n. 87. I numeri della sestina vincente furono: 16, 21, 29, 39, 70, 90.  
Il 30 ottobre, dunque, è una data storica, e non solo per il SuperEnalotto: nel 2003, ad esempio, il Concorde, aereo supersonico anglo-francese, fu messo fuori servizio, mentre nel 2010, anno dello storico Jackpot, a Dubai fu inaugurato il grattacielo più alto del mondo, Ivan Basso vinse il 93/o Giro d'Italia e gli scienziati dell'Agenzia Spaziale Europea scoprirono un buco nero di dimensioni dieci volte superiore al Sole. Accanto ai fatti storici c’è chi ricorda anche la “propria storia”, fatta di date indelebili come la nascita di un figlio o la celebrazione di un matrimonio. 
Sisal vuole ricordare la vincita del Jackpot più alto della storia del SuperEnalotto, quello del 30 ottobre 2010 di oltre 177 milioni di euro, e il Jackpot vinto a Napoli di oltre 18 milioni di euro, certa di aver contribuito al divertimento degli italiani, ad un momento di spensieratezza e sogno e di aver scritto una pagina del suo libro nella storia del gioco.
La storia, in fondo, ha il compito di fotografare una realtà o un fatto di cronaca, senza morale. Quel 30 ottobre fa parte della storia di Sisal e, speriamo, anche di un piccolo frammento della storia d’Italia. 


RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password