Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2022 alle ore 20:32

SuperEnalotto

25/05/2022 | 11:57

SuperEnalotto, domani in palio il Jackpot record da 210,5 milioni. La titolare del bar di Lodi passa il testimone: "Resteremo sempre i primi ad aver avuto una vincita così alta"

facebook twitter pinterest
SuperEnalotto nuovo Jackpot da record. La titolare del bar di Lodi: Rimaniamo i primi ad aver avuto una vincita così alta

ROMA - L’estrazione di ieri sera segna un nuovo capitolo nella storia del SuperEnalotto: il Jackpot da 209,1 milioni di euro - vinto a Lodi il 13 agosto 2019 con una giocata da 2 euro - cede il passo al nuovo record. Nell'estrazione di domani sarà in palio un Jackpot da 210,5 milioni di euro, il montepremi più alto nella storia del gioco e attualmente il più alto al mondo.
Mentre si insegue il sogno di realizzare la vincita del prossimo Jackpot record, il 125esimo nella storia del SuperEnalotto, Marisa Caserini, titolare della ricevitoria Sisal Bar Marino di Lodi, è pronta a passare il testimone. «Il record del SuperEnalotto è stato superato, ma rimaniamo sempre i primi ad aver avuto una vincita così alta e, da 3 anni ad oggi, ancora gli unici. È stata un’emozione che non dimenticherò mai», racconta. «Il 13 agosto 2019 è stata una data assolutamente memorabile, piena di emozioni di tutti i tipi. C'è stata incredulità, perché anche se sono cose che prima o poi devono succedere, non immagini che possano succedere nella tua ricevitoria», spiega. A proposito del vincitore, «non ci sono elementi per individuare la persona baciata dalla fortuna: non ho mai avuto nessun tipo di sentore di chi fosse», ha ammesso la signora Caserini, che conserva di questa esperienza «il contatto e il calore umano delle persone: sono state e sono ancora molte le persone che continuano a mostrarci il loro affetto entrando in ricevitoria per un saluto, con la certezza che qui qualcuno è riuscito a cambiare la sua vita», sottolinea. «La maggior parte delle persone che spera di vincere spera solo nella realizzazione dei propri sogni, in primis la casa. In realtà però le persone non hanno bisogno di modificare radicalmente la vita, se non rendendola più stabile e più serena».  
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password