Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/10/2018 alle ore 20:47

Vinci Casa

27/02/2018 | 16:06

VinciCasa, la gioia di “Daddy": “Un tetto per i miei figli, sono loro il mio progetto più importante”

facebook twitter google pinterest
VinciCasa

ROMA - Agente assicurativo, sposato e con tre figli, nella sua vita ci sono solo due grandi passioni: il lavoro e la famiglia. E’ questo l’identikit del nuovo “residente” di VinciCasa, che nel concorso del 2 febbraio scorso - con una giocata convalidata nel punto vendita Sisal Tabaccheria in Via Baldo degli Ubaldi 228 a Roma - ha centrato il premio da mezzo milione di euro: 200mila euro subito e il resto da utilizzare per comprare un immobile. Oggi il vincitore si è presentato negli uffici Sisal di Roma per ufficializzare la vincita, “Daddy” - questo il nome di fantasia scelto - oltre al lavoro, passa le sue giornate a fare progetti che includono sempre i suoi figli. Dove portarli nel weekend, quale libro consigliare per la lettura, come spingerli ad appassionarsi alla cultura e in generale come fare ad essere un buon padre.

“Non sono né superstizioso, né scaramantico. Penso solo che se la fortuna ti deve baciare, lo fa e basta. Certo, perché accada occorre provare a giocare…”, racconta ricordando quando ha effettuato la giocata vincente. Il giorno prima gioca al SuperEnalotto e ritirando la schedina riceve anche un promemoria su VinciCasa, il gioco del Gruppo Sisal che non conosce ma da cui è allettato.

Torna a casa, si confronta con la moglie su quanto sarebbe utile e bello cambiare casa e poi va a letto. Il giorno successivo riprende quel tagliando, lo porge al ricevitore e lo convalida con una giocata casuale, ovvero con i numeri che il destino sceglierà per lui: 2, 13, 32, 38, 39, e sarà proprio questa la combinazione vincente. “Ha fatto tutto il destino. Chiamiamola fortuna, e che fortuna! Devo dire assolutamente inaspettata”, dice ancora.

Prima di far controllare la ricevuta di gioco ha atteso due giorni. “Sono rimasto stupito e affascinato quando ho scoperto della vincita e ho subito pensato a come riscuoterla perché quando si realizza hai bisogno della fisicità per capire che non stai ancora sognando”. Adesso ha tempo due anni per scegliere la casa più adatta alla sua famiglia, una scelta che farà con lucidità, una volta passata l’euforia della vincita. “Penso comunque di acquistarla a Roma in una zona semi centrale per assecondare i bisogni dei ragazzi e di mia moglie - ha spiegato - Come sono felice...non potete neanche immaginare”.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password