Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/10/2020 alle ore 10:12

Attualità e Politica

12/03/2020 | 15:28

Coronavirus, ADM: fino al 3 aprile sospeso il prelievo forfetario sulle slot

facebook twitter google pinterest
Coronavirus ADM preu slot

ROMA - L'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha sospeso fino al 3 aprile «la maturazione della base imponibile forfetaria del PREU» sulle slot installate presso «gli esercizi pubblici la cui attività è sospesa» a causa dei provvedimenti del Governo per il contenimento della diffusione del Coronavirus. In una circolare inviata ai concessionari, si sottolinea che la sospensione «è valida fino alla trasmissione, da parte dei concessionari di rete, entro il termine ultimo del 30 aprile 2020, di una valida lettura del contatore». In sostanza,  è sospeso il calcolo forfettario che scatta in caso di mancata lettura degli apparecchi da parte dei concessionari, come avviene per le diverse utenze (acqua, elettricità) anche casalinghe: le norme prevedono un incasso “presunto” degli apparecchi pari a 560 euro, su cui si calcola il prelievo, contro una media giornaliera reale di 250 euro. In questo caso di emergenza, le slot sono in locali sottoposti a chiusura dal Governo e quindi è impossibile mantenerle accese per connettersi ai sistemi di controllo ed effettuare il conteggio. Ecco perché l’Agenzia delle Dogane ha sospeso, come in altri casi di calamità, il calcolo presuntivo dell’imposta sulle slot che - non essendo accessibili - non hanno possibilità di inviare i dati sulle partite effettuate. 
Inoltre, per quanto riguarda la decadenza dei nulla osta per gli apparecchi, «in considerazione della obiettiva situazione di incertezza» che influisce sul funzionamento degli apparecchi, «dell'impossibilità totale o parziale di accesso negli esercizi in cui sono collocati gli apparecchi e della necessità di evitare il più possibile spostamenti o trasferimenti sul territorio nazionale», i Monopoli hanno previsto «una misura straordinaria di sterilizzazione dei giorni di mancato funzionamento», per cui il periodo dall'8 marzo al 3 aprile 2020 «non sarà computato ai fini della decadenza del titolo autorizzatorio» per le tutte le slot presenti su tutto il territorio nazionale. Per le slot installate nella prima "zona rossa", il periodo decorre dal 21 febbraio al 3 aprile 2020. A partire dal 4 aprile, poi, «ricomincerà a decorrere il conteggio dei giorni di mancato funzionamento ai fini della decadenza».
Infine, i Monopoli intervengono anche sulla «procedura straordinaria per riduzione del pay out (la percentuale di vincita, recentemente scesa al 65% con la legge di Bilancio), che consente la presentazione delle richieste di modifica/sostituzione delle slot, anche in caso di temporanea indisponibilità del dispositivo di controllo (smart card)» e dei nulla osta: per tutte le istanze presentate dal 25 febbraio al 3 aprile, sarà ammessa «la consegna differita» del dispositivo e dei nulla osta, «da effettuarsi improrogabilmente entro 180 giorni solari dalla data di presentazione dell'istanza».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password