Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/05/2018 alle ore 19:00

Attualità e Politica

05/12/2017 | 12:34

Giochi, Baretta (Mef): «Cambiato l'approccio del Governo, non contano solo le entrate ma anche la difesa della salute»

facebook twitter google pinterest
Baretta slot governo giochi

ROMA - "Probabilmente abbiamo fatto un errore come Governo a non applicare la delega fiscale, forse oggi saremmo stati più avanti nell'elaborazione di alcuni contenuti. Abbiamo però raggiunto, con grande sforzo, un accordo con gli enti locali in Conferenza Unificata, che dimostra come sia cambiato l'approccio del Governo, non più orientato esclusivamente alle entrate ma che considera anche la tutela della salute".
Lo ha detto Pier Paolo Baretta, sottosegretario all'Economia, nel corso della presentazione del dossier "Gioco sporco, sporco gioco. L'azzardo secondo le mafie" del CNCA.
"In assenza di una regolamentazione nazionale, gli enti locali si sono cautelati, adottando le distanze dai luoghi sensibili", ma "il rischio è che il gioco venisse semplicemente spostato nelle periferie, con conseguenze altrettanto problematiche, compreso il rischio di una nuova infiltrazione della criminalità, una cosa che ci preoccupa moltissimo. Per questo abbiamo deciso di avviare una riduzione e di una razionalizzazione dell'offerta, cercando di evitare un'aggressione del mercato illegale: abbiamo anche deciso di incrementare i controlli sul territorio" e "di qualificare l'offerta di gioco - introducendo un controllo da remoto per le slot - e di contrastare il riciclaggio, riducendo la giocata a 100 euro e introducendo la tessera sanitaria", ha concluso. 
MSC/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password