Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/12/2018 alle ore 21:17

Attualità e Politica

14/11/2018 | 11:47

Scommesse online illegali, Bombardieri (procuratore Reggio Calabria): “Grossi marchi collaboravano con le cosche, garantita anche la diffusione del brand”

facebook twitter google pinterest
Bombardieri procuratore Reggio Calabria Scommesse online illegali

ROMA - «Il provvedimento è nato dopo l'operazione Gambling sulla base delle dichiarazioni del pentito Mario Gennaro. Abbiamo avuto la conferma che i grossi marchi societari collaborano con le cosche». E’ quanto ha detto il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, nel corso della conferenza stampa sulla maxi-inchiesta DDA sulle scommesse online illegali. «Le società si relazionavano con i gruppi criminali innanzitutto per la riscossione dei crediti dei giocatori che non potevano essere riscossi attraverso vie legali - ha detto ancora - Anche la diffusione del brand era garantita dalla collaborazione con la 'ndrangheta, che provvedeva anche allo sviluppo commerciale. La criminalità beneficia di questi flussi finanziari, di cui si serviva sia per riciclare denaro, sia per ottenere disponibilità immediata di somme che potevano essere investite in attività illecite. Con il tempo è stata creata una rete parallela alla raccolta legale. Esiste una relazione tra criminalità e società di scommesse che ha consentito affari per centinaia di migliaia di euro. Per alcuni di questi marchi sono stati omessi ricavi per 2,4 miliardi».

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password