Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2021 alle ore 13:47

Attualità e Politica

24/09/2021 | 12:32

Giochi, Ferrara (As.Tro) su sentenza Cassazione: "Senza esenzione Iva si va verso scomparsa dei piccoli esercenti"

facebook twitter pinterest
Cassazione Ferrara astro

ROMA - Senza la possibilità di essere esentati dal versamento dell’Iva nella raccolta delle giocate alle slot o alle Vlt si va «verso la scomparsa della filiera dei piccoli esercenti incaricati dell’attività di raccolta». È il commento di Pietro Ferrara, portavoce dell'associazione As.Tro, alla sentenza della Cassazione dello scorso giugno, con cui 
la Corte «ha fatto chiarezza tra le tesi contrapposte di chi vedeva tale esenzione come possibile anche per i gestori e gli esercenti e chi, come l’Agenzia delle entrate», la riteneva «possibile solo per il concessionario, recuperando a tassazione l’IVA non applicata dagli esercenti e sanzionando i gestori per omessa autofatturazione di quanto non fatturato dagli esercenti». 
Secondo la Cassazione, spiega Ferrara, «senza un affidamento diretto, nessuna prestazione può essere qualificata come “attività di raccolta” e dunque i gestori e gli esercenti non hanno un ruolo indipendente nella gestione e nell’esercizio del gioco lecito». Inoltre, «la Cassazione ha escluso l’esenzione, anche a volere leggere come “accessoria” la prestazione resa dall’esercente al gestore, titolare di quella “principale”, e questo perché le due prestazioni sono indirizzate in favore di destinatari diversi. La prestazione principale va a favore del concessionario mentre quella accessoria va a favore del gestore, dunque è inapplicabile l’uniformità di trattamento Iva tra le due prestazioni prevista dalla norma».
Per Ferrara, le conseguenze concrete di tale orientamento «vanno verso la scomparsa della filiera dei piccoli esercenti incaricati dell’attività di raccolta, cioè i bar, i tabaccai ecc. L’auspicio è che, in sede di riordino, la politica - anche alla luce dell’impoverimento che tutto il mondo del lavoro ha subito nella fase pandemica - possa definitivamente risolvere simili contraddizioni, restituendo alle piccole e medie imprese quella dignità che la storia del nostro Paese gli ha sempre riconosciuto».
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password