Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/04/2019 alle ore 13:40

Attualità e Politica

15/12/2018 | 19:45

Concessione SuperEnalotto, via al bando di gara: base d’asta 100 milioni di euro, offerte entro il 5 marzo

facebook twitter google pinterest
Concessione SuperEnalotto bando di gara

ROMA - Base d’asta a 100 milioni di euro, limite per presentare le offerte entro il 5 marzo 2019 alle14 e apertura delle buste il 27 marzo: sono alcune delle indicazioni contenute nell’avviso pubblico in Gazzetta Ufficiale Europea relativo al bando di gara per l’assegnazione del SuperEnalotto e degli altri “giochi numerici a totalizzatore nazionale”. La concessione durerà nove anni. Tra i requisiti di partecipazione “la pregressa esperienza nella gestione o raccolta di gioco sulla base di valido ed efficace titolo abilitativo ove previsto, ovvero il possesso di una capacità tecnico-infrastrutturale non inferiore a quella richiesta dal capitolato tecnico”. La verifica è affidata all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
L’aggiudicazione verrà effettuata “in base al criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, attribuendo il punteggio riferito all'offerta tecnica e all'offerta economica secondo le regole indicate nel Capitolato d'oneri”  La convenzione sarà stipulata “a seguito dell'aggiudicazione e non conterrà la clausola compromissoria”.

SuperEnalotto: dal 1997 all’Erario 21 miliardi, la vincita-record nel 2010 con 177,7 milioni di euro 

L’ultima legge di bilancio prevede la proroga dell'attuale concessione del SuperEnalotto «fino all’aggiudicazione della nuova concessione e comunque non oltre il 30 settembre 2019», per consentire «lo svolgimento della procedura di gara per la selezione del nuovo concessionario». La procedura è stata pubblicata oggi in Gazzetta Ufficiale Europea, così come previsto dalla relazione tecnica del Governo allegata alla Manovra di fine anno, che aveva fissato la pubblicazione «entro il 20 dicembre».
Il bando di gara è una misura contenuta nella manovra 2017 (approvata a fine 2016): è previsto che la concessione duri nove anni, con una base d’asta di 100 milioni di euro: il 50 per cento della somma sarà versato al momento dell’aggiudicazione, il resto «all’atto dell’effettiva assunzione del servizio del gioco da parte dell’aggiudicatario». L’aggio per il concessionario sarà pari al 5% ma «con offerta al ribasso»: attualmente la commissione per chi gestisce il gioco – la Sisal – è pari al 3,73%.
La nascita del gioco - Il SuperEnalotto nasce il 3 dicembre 1997, come evoluzione dell’Enalotto. Il primo “6” fu centrato pochi mesi dopo, il 17 gennaio del 1998 a Poncarale, in provincia di Brescia, per una vincita superiore a 11,8 miliardi di lire.
La formula – Si vince indovinando i sei numeri estratti. Premi previsti anche per i 5 + il numero jolly, i 5 semplici, e poi a scendere fino a due soli 2 numeri della combinazione vincente. Le estrazioni avvengono tutti i martedì, giovedì e sabato. Dal 31 gennaio 2016 è in vigore la nuova formula, ogni sestina giocata ha il costo di 1 euro ed è possibile giocare anche una sola combinazione. I sei sono pagati in base al Jackpot accumulato fino al giorno dell'estrazione. In caso di uscita del “6”, il Jackpot, non riparte comunque da zero: a giugno del 2008 è stato introdotto il “jackpot di ripartenza”; se non viene assegnato il "5+", la metà del montepremi della seconda categoria di premio va ad accrescere il jackpot del "6" in palio, mentre il restante 50% va a formare il montepremi di ripartenza. Dal 1° luglio 2009 si può giocare al Superenalotto anche online, dalla stessa data è stata introdotta la giocata opzionale Superstar, che permette di moltiplicare le vincite.
Le vincite record - Il Jackpot più alto assegnato dal SuperEnalotto è stato di 177,7 milioni di euro, vincita realizzata il 30 ottobre 2010 grazie ad un sistema da 70 quote distribuite in tutta Italia. Sulle vincite del SuperEnalotto si applica la “tassa sulla fortuna” introdotta a gennaio 2012, che prevede un prelievo extra del 12% sulla parte eccedente i 500 euro.
Gli incassi - Dal suo lancio, nel dicembre 1997, il SuperEnalotto ha distribuito vincite per oltre 6 miliardi. La raccolta del Superenalotto ha premiato anche l’Erario, che dal 1997 a oggi, ha incassato circa 21 miliardi di euro. Nel 2017, come risulta dai dati dei Monopoli di Stato, la spesa per il Super Enalotto è stata di 619 milioni di euro, con vincite per 907 milioni.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password