Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/10/2021 alle ore 20:46

Attualità e Politica

21/07/2021 | 10:28

Coronavirus, verso Green pass obbligatorio e nuovi parametri per le Regioni: il nuovo decreto del Governo potrebbe slittare a domani

facebook twitter pinterest
Coronavirus Green pass Regioni decreto Governo

ROMA - Continua il confronto tra Regioni e Governo sull'obbligo di utilizzo del Green pass e sui nuovi parametri che determineranno il passaggio da un colore all'altro: la cabina di regia per trovare l'intesa sul nuovo decreto e il Consiglio dei ministri potrebbero slittare a domani, mentre la Conferenza delle Regioni si è aggiornata a questa mattina. «Sia sulla revisione dei parametri per le zone che sull'uso del green pass sono in corso ulteriori interlocuzioni con il Governo», ha spiegato il presidente Massimiliano Fedriga. Per le Regioni è «indispensabile che l’utilizzo delle certificazioni verdi sia esteso, a prescindere dal contesto epidemiologico territoriale di riferimento, alle seguenti attività: grandi eventi sportivi e di spettacolo, discoteche, fiere e congressi». Per ora, quindi, l'idea è quella di «utilizzare il green pass come un salvacondotto per scongiurare chiusure al di fuori della zona bianca», introducendo l'obbligo di accesso con il pass a discoteche e grandi eventi. L'uso del pass per ristoranti e locali al chiuso - secondo i governatori - dovrebbe invece riguardare le aree al di fuori della zona bianca: «una misura che, soprattutto in autunno servirebbe per evitare nuove chiusure».
Il Governo dovrebbe poi inserire nell’elenco anche i treni a lunga percorrenza, gli aerei e le navi. Si ipotizza l'obbligo anche per sale giochi, scommesse e bingo, sulla base del parere reso dell’Inail nell’aprile del 2020 e che classifica le attività di gioco al livello medio-alto e alto di rischio. Il parere dell'Inail era stato tenuto in considerazione - a febbraio di quest'anno - dal Comitato tecnico-scientifico che aveva deciso di non riaprire le attività di gioco.
Sul tavolo, infine, c'è anche la proroga dello stato di emergenza in scadenza il 31 luglio. Il nuovo termine potrebbe essere portato anche fino alla fine dell'anno, in considerazione della situazione epidemiologica e anche per le possibili esigenze legate alle elezioni amministrative. Al momento, però, non è stata presa la decisione definitiva. 
MSC/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password