Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/07/2020 alle ore 10:23

Attualità e Politica

05/05/2020 | 09:33

Coronavirus, Spagna: il calcio verso la ripresa. Liga: "Ritorno in campo a giugno"

facebook twitter google pinterest
Coronavirus Spagna: il calcio verso la ripresa. Liga: Ritorno in campo a giugno

ROMA - Il calcio spagnolo è pronto a tornare in campo. Attraverso un comunicato ufficiale, la Liga ha annunciato la ripresa degli allenamenti per tutte le squadre di prima e seconda divisione. I club dovranno rispettare un protocollo medico-sanitario denominato “Return to Training”. Ecco la nota della federazione dopo il nulla osta da parte del Governo spagnolo. «Tali misure - si legge - prevedono un periodo di circa un mese con fasi diverse che, in ogni caso, saranno soggette al processo di declassamento istituito dal Governo. Pertanto, insieme ai controlli medici, è stato progettato un ritorno scaglionato all'allenamento che partirà con l’allenamento individuale e proseguirà con l’esercizio di gruppo prima del ritorno alla competizione prevista per giugno». Al comunicato ufficiale fanno seguito anche le parole del presidente della Liga, Javier Tebas. «Questa crisi ha avuto un profondo impatto su tutti noi. La ripresa del calcio è segno che la società sta viaggiando verso un ritorno alla normalità e rappresenterà uno stimolo per la gente in Spagna e nel mondo che ama questo sport. La salute è fondamentale, quindi abbiamo un protocollo completo per salvaguardare le condizioni di tutti i soggetti coinvolti. Le circostanze non hanno precedenti, ma speriamo di tornare a giocare a giugno e finire la stagione in estate. La ripresa del calcio nel nostro Paese è molto rilevante, poichè contribuisce all’1,37% del PIL e genera 185mila posti di lavoro in un momento in cui, alla luce della crisi sanitaria, la situazione economica è diventata la preoccupazione principale», ha concluso.
Inoltre, secondo quanto riportato con un comunicato ufficiale «la Federcalcio spagnola ha dato il via libera affinché la finale di Coppa del Re tra Athletic Bilbao e Real Sociedad si giochi a porte aperte». I tempi dipenderanno ovviamente dall’emergenza coronavirus ma si cercherà di farla disputare quest’anno o comunque «prima della finale di Coppa del Re 2020-21», unica scadenza fissata. FT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password