Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/03/2021 alle ore 13:40

Attualità e Politica

21/01/2021 | 16:30

Covid dimezza il fatturato delle imprese nel settore slot e Vlt, Pucci (Astro): “Ristori insufficienti, servono rimborsi per coprire mancati ricavi e spese correnti”

facebook twitter pinterest
Covid dimezza il fatturato delle imprese nel settore slot e Vlt Pucci (Astro): “Ristori insufficienti servono rimborsi per coprire mancati ricavi e spese correnti”

ROMA - “I ristori vanno sostituiti con rimborsi che tengano conto dei mancati incassi e delle tante imposizioni fiscali che continuano a gravare sulle nostre aziende nonostante siano chiuse da quasi un anno”. Per il settore giochi, sottolinea Massimiliano Pucci, presidente di As.Tro, la situazione è ormai drammatica. La stessa Cgia Mestre ha stimato che il meccanismo dei ristori non basta: i fondi previsti a sostegno dell’economia – 29 miliardi – coprono solo il 7% del fatturato delle aziende andato in fumo a causa della pandemia, pari a 423 miliardi. “I rimborsi che chiediamo al Governo dovrebbero anche compensare le spese correnti, che non sono state interrotte dalla pandemia. Il nostro settore dal primo gennaio ha continuato a versare Iva, imposte sui bolli, contributi previdenziali dei dipendenti, imposte su prodotti che non utilizziamo. Se le chiusure si protrarranno sine die, servono interventi seri. L'Istat ha reso noto che ci sono 292 mila aziende a rischio sopravvivenza nei prossimi 90 giorni e che danno lavoro a quasi 2 milioni di addetti: il settore giochi, che è parte di queste, con 166 giorni di chiusura nel 2020 è stato uno dei più colpiti dalle misure anti-pandemia”, conclude Pucci.

NT/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse: Polizia chiude tre centri abusivi in zona Marconi

Scommesse, Polizia chiude tre centri abusivi a Roma

04/03/2021 | 13:31 ROMA - La Polizia di Stato ha chiuso tre centri scommesse abusivi in zona Marconi, a Roma. Le indagini, condotte dagli investigatori del distretto San Paolo, hanno verificato che le attività accettavano scommesse «anche...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password