Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2018 alle ore 17:34

Attualità e Politica

09/10/2018 | 21:03

DEF: l'Ufficio Parlamentare di Bilancio non valida le previsioni, domani la risposta di Tria

facebook twitter google pinterest
DEF Ufficio Parlamentare Bilancio Tria

ROMA - L’Ufficio parlamentare di bilancio ritiene che non sia possibile validare le previsioni macroeconomiche sul 2019 del quadro programmatico della Nota di aggiornamento del DEF, giudicando che «i significativi e diffusi disallineamenti relativi alle principali variabili del quadro programmatico rendono eccessivamente ottimistica la previsione di crescita sia del PIL reale (1,5%), sia di quello nominale (3,1% nel 2019)». E' quanto si legge nella relazione presentata da Giuseppe Pisauro, presidente dell'Upb, in audizione nelle Commissioni Bilancio di Camera e Senato. «Se si verificasse quanto previsto dal Governo si avrebbe un'inversione di tendenza spettacolare, ma è molto difficile che parta già da gennaio», ha detto Pisauro che ha fatto le stesse osservazioni sul reddito di cittadinanza: «Difficile che abbia effetti già nel primo trimestre 2019». Non è il primo stop dell'Upb: era già accaduto nel 2016 con il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, che non modificò la nota di aggiornamento al Def, ma modificò le ipotesi di manovra. Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, risponderà all'Upb domani in Parlamento.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password