Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/10/2018 alle ore 10:15

Attualità e Politica

08/10/2018 | 11:50

DEF, giochi: 7.000 siti inibiti, oltre 360mila tentativi di accesso nel 2017

facebook twitter google pinterest
DEF giochi siti

ROMA - «Grazie al completamento del processo di integrale automazione della procedura di inibizione dei siti che offrono gioco senza autorizzazione, nel corso del 2017, il numero complessivo dei siti inibiti è salito a circa 7.000». È quanto si legge nel Rapporto sui risultati conseguiti in materia di misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva che accompagna la Nota di aggiornamento del DEF. «L’efficacia dell’attività di contrasto è comprovata dai tentativi di accesso ai siti inibiti, che ammontano a più di 360.000 nel solo 2017, per un totale di oltre 10 milioni di tentativi», si legge nel Rapporto. «Sono state ulteriormente perfezionate le metodologie di controllo successivo all’emanazione di provvedimenti di inibizione attraverso un costante coordinamento con la Polizia Postale e delle Comunicazioni e la Guardia di Finanza, prevedendosi, peraltro, a cura i questi ultimi dei controlli periodici a campione da effettuarsi presso le sedi dei fornitori dei servizi di rete destinatari dei provvedimenti di inibizione dei siti di gioco non autorizzato», continua il Rapporto.
I controlli hanno portato all’avvio, nel 2017, di alcuni procedimenti sanzionatori, «con conseguente
irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti di cinque fornitori di servizi di rete
inadempienti che hanno versato all’Erario un importo totale pari a 302.184 euro. Sono in corso
di trattazione due ricorsi giurisdizionali proposti da altrettanti fornitori dei servizi di rete avverso
la sanzione amministrativa pecuniaria ad essi comminata». Infine «sono state effettuate attività di monitoraggio e verifica sulle piattaforme tecnologiche di alcuni concessionari per accertare il corretto funzionamento e la conformità alle regole tecniche ed alla corretta determinazione delle entrate erariali. Tali verifiche sono state condotte nei confronti dei concessionari di rete delle Videolottery, nonché concessionari per l’offerta di scommesse sportive sia fisiche che a distanza, nonché di altre tipologie di giochi offerte a distanza, previa comunicazione agli stessi concessionari delle risultanze delle attività di
monitoraggio che hanno consentito di affrontare e chiarire le eventuali criticità e/o anomalie
utilizzando dati reali di esercizio».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password