Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/02/2019 alle ore 11:27

Attualità e Politica

18/07/2018 | 08:00

Decreto Dignità, Comitato per la legislazione: "Divieto di pubblicità dei giochi, verificare coordinamento con decreto Balduzzi"

facebook twitter google pinterest
Decreto Dignità Divieto pubblicità giochi

ROMA - «Appare opportuno approfondire il coordinamento tra le disposizioni» dell'articolo 9 del decreto Dignità, che «prevede un generale divieto di pubblicità di giochi o scommesse con vincite di denaro». Lo chiede il Comitato per la legislazione nel dossier che accompagna il decreto, all'esame delle Commissioni Finanze e Lavoro della Camera. Il decreto Dignità, si legge, individua «nell'Autorità per le garanzie delle comunicazioni l'autorità competente alle contestazioni e all'irrogazione delle sanzioni». Però, «al tempo stesso sono fatte salve le disposizioni del decreto Balduzzi del 2012 che invece «prevedono uno specifico divieto di messaggi pubblicitari concernenti i giochi con vincite in denaro nel corso di trasmissioni o in pubblicazioni destinate ai minori».
Anche in questo caso «sono previste apposite sanzioni amministrative e una autorità preposta alla loro irrogazione, peraltro diversa dall'Autorità per le garanzie delle comunicazioni (vale a dire l'Agenzia delle dogane e dei monopoli)».
Lo stesso aspetto viene evidenziato dal dossier per l'attività consultiva della Commissione Affari costituzionali, secondo cui «potrebbe risultare opportuno un approfondimento su come l'individuazione dell'AGCOM come autorità competente all'irrogazione delle sanzioni per la violazione del divieto generale di pubblicità di giochi e scommesse si coordini con la previsione, che viene fatta salva, di una diversa autorità (l'Agenzia delle dogane e dei monopoli) per l'irrogazione delle sanzioni per la violazione dello specifico divieto di pubblicità di giochi e scommesse rivolta ai minori».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

slot roma

Slot fuori orario: chiusa una sala a Roma dopo i controlli

16/02/2019 | 16:54 ROMA - Sospesa la licenza al titolare di una sala slot del quartiere Garbatella, a Roma, per non aver rispettato gli orari di funzionamento delle macchine imposti dal regolamento comunale. È quanto si legge in una nota della...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password