Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/01/2021 alle ore 19:05

Attualità e Politica

11/12/2020 | 08:25

Decreto Ristoro, Senato: emendamenti su preu e poteri ad Adm "proponibili", purché gli effetti siano delimitati al 2020

facebook twitter google pinterest
Decreto Ristoro Senato emendamenti aumento preu Adm

ROMA - Sono diversi gli emendamenti sui giochi presentati al Decreto Ristoro che sono stati dichiarati «proponibili» dalle presidenze delle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato, a condizione «di delimitare la portata normativa al 2020». 
La presidenza ha dichiarato proponibili gli emendamenti di Gilberto Pichetto Fratin (Forza Italia) che assegnano maggiori poteri all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in materia di giochi, per «ottimizzarne la gestione», e che prevedono una rimodulazione della tassa sulla fortuna per alcuni giochi e lo stop all'aumento del preu al 24% per le slot e all'8,6% per le VLT. 
Stessa sorte per l'emendamento di Gianni Pittella (PD) che prevede che l'accesso alle sale giochi sia «consentito esclusivamente tramite presentazione di un valido documento di riconoscimento», pena una sanzione amministrativa pecuniaria da 10mila a 40mila euro. Ammissibile anche il suo emendamento sul betting exchange, secondo cui la «raccolta scommesse è la somma delle commissioni addebitate ai giocatori al netto dell'imposta unica». 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password