Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/08/2021 alle ore 21:01

Attualità e Politica

18/06/2021 | 14:14

Decreto Sostegni Bis, Camera: segnalato emendamento D'Attis (Forza Italia) su proroga concessioni giochi e stop al distanziometro in vista del riordino del settore

facebook twitter pinterest
Decreto Sostegni Bis Camera emendamento DAttisproroga concessioni giochi distanziometro

ROMA - Il deputato di Forza Italia Mauro D'Attis ha segnalato per il voto in Commissione Bilancio il suo emendamento sulla proroga delle concessioni giochi e sulla sospensione del distanziometro in vista del riordino del settore, presentato al Decreto Sostegni Bis. 
La proposta di modifica prevede una proroga onerosa per tutte le concessioni in materia di gioco pubblico, sia già in proroga che in vigenza - a causa «dell’impossibilità attuale di delineare un quadro economico adeguato ad identificare l’equilibrio finanziario delle concessioni da mettere a gara».
In particolare, le concessioni per il gioco online sono allineate «al 31 dicembre 2022, per consentire ai titolari delle stesse la partecipazione alla gara per l’assegnazione delle nuove concessioni». 
Per quanto riguarda le concessioni di raccolta delle scommesse, «nella determinazione degli importi da corrispondersi per la proroga della concessione l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli terrà conto delle condizioni di sospensione dell’attività verificatesi nel corso della dell’emergenza epidemiologica Covid-19 e quantificate in 9 mesi». Anche per quanto riguarda gli apparecchi da intrattenimento, le cui concessioni sono prorogate fino al 31 dicembre 2024, si prevede che, nella determinazione degli oneri concessori dovuti per le proroghe, Adm «terrà conto di quanto previsto della convenzione di concessione stipulata il 20 marzo 2013» e «delle condizioni di sospensione dell’attività verificatesi nel corso della dell’emergenza epidemiologica Covid-19». 
Le concessioni dei giochi numerici a quota fissa, dei giochi numerici a totalizzatore nazionale e delle Lotterie ad estrazione istantanea «sono prorogate di 36 mesi», mentre quelle del bingo «sono prorogate al 31 dicembre 2024».
Inoltre, «sono sospesi gli effetti espulsivi e limitativi di tutti i locali autorizzati alla raccolta del gioco adottati con provvedimenti delle Regioni o dei Comuni con facoltà di reinstallazione in esercizio degli apparecchi rimossi a seguito dell’entrata in vigore dei suddetti provvedimenti». Sarà poi un decreto del Ministero dell’Economia a definire «il numero dei diritti per la commercializzazione dei giochi pubblici presso i punti di vendita e il numero dei nulla osta di esercizio per gli apparecchi da intrattenimento». 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password