Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/12/2018 alle ore 17:57

Attualità e Politica

04/12/2018 | 16:15

Decreto fiscale, Servizio Studi: nel testo la lotteria filantropica e il commissario per il casinò di Campione

facebook twitter google pinterest
Decreto fiscale Servizio Studi lotteria filantropica commissario casinò Campione

ROMA - Il Decreto Fiscale «rinvia al 1° gennaio 2020 il termine di decorrenza della lotteria nazionale dei corrispettivi, precedentemente fissato al 1° gennaio 2018» e «al fine di garantire le risorse finanziarie necessarie per l’attribuzione dei premi e le spese amministrative connesse alla gestione della lotteria, dispone l'istituzione di un Fondo iscritto nello stato di previsione del MEF con una dotazione di 3 milioni di euro per l’anno 2020 e di 6 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2021». Lo ricorda il Servizio Studi della Camera, nella relazione sul provvedimento approvato dal Senato e da oggi all'esame della Commissione Finanze di Montecitorio. 

LOTTERIA FILANTROPICA - Con le modifiche apportate al Senato sono state introdotte «norme che consentono agli enti del terzo settore di effettuare lotterie al fine di finanziare progetti filantropici», si legge nella relazione. «Gli enti del terzo settore possano effettuare lotterie finalizzate a sollecitare donazioni di importo non inferiore a euro 500. Le lotterie possono essere organizzate anche con l'intervento degli intermediari finanziari che gestiscono il patrimonio dei soggetti partecipanti. Il ricavato derivante dalle lotterie filantropiche è destinato ad alimentare i fondi dei citati enti per la realizzazione di progetti sociali». Sarà «un decreto - di natura non regolamentare - del Ministero dell'economia, di concerto con il Ministero del lavoro», a definire «le modalità tecniche di realizzazione delle lotterie degli enti del terzo settore, con riferimento, in particolare, alle modalità di estrazione e di controllo. La vincita è costituita unicamente dal diritto di scegliere un progetto sociale, tra quelli da realizzare, cui associare il nome del vincitore, con relativo riconoscimento pubblico», continua la relazione.

COMMISSARIO PER CAMPIONE - Il Decreto Fiscale prevede anche misure volte al rilancio di Campione d’Italia. In particolare «la nomina, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di un commissario straordinario incaricato di valutare la sussistenza delle condizioni per l'individuazione di un nuovo soggetto giuridico per la gestione della casa da gioco nel comune di Campione d'Italia". La nomina dovrà avvenire «entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge» e «viene disposta nelle more della revisione della disciplina dei giochi. Il Commissario straordinario deve valutare la sussistenza delle condizioni per l'individuazione di un nuovo soggetto giuridico per la gestione della casa da gioco nel Comune di Campione d'Italia» ed «è chiamato a predisporre, entro 45 giorni, un piano degli interventi da realizzare, anche in raccordo con gli enti locali e territoriali della regione Lombardia, al fine di superare la crisi sociale e occupazione del territorio. Al Commissario non spettano compensi, gettoni o altri emolumenti».

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password