Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/09/2020 alle ore 12:47

Attualità e Politica

18/03/2020 | 07:38

Dl Cura Italia in Gazzetta Ufficiale, manovra da 25 miliardi: versamenti prelievo rinviati a maggio, proroga di 6 mesi per gare giochi e nuove slot

facebook twitter google pinterest
Dl Cura Italia Gazzetta Ufficiale prelievo gare giochi nuove slot

ROMA - E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge Cura Italia, varato lunedì dal Consiglio dei Ministri per fronteggiare l'emergenza sanitaria ed economica legata alla diffusione del coronavirus. Il provvedimento prevede la sospensione dei termini di versamento del prelievo erariale unico (PREU) per slot e VLT e la facoltà di rateizzazione del canone concessorio, la proroga di sei mesi per le gare scommesse e bingo, per la gara per gli apparecchi da intrattenimento e per l’entrata in vigore del Registro Unico del gioco, la sospensione del canone di concessione per le sale bingo rimaste chiuse e alcune misure fiscali di sostegno per le società che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse e apparecchi da gioco.

VERSAMENTO PREU - Per fronteggiare «l’emergenza di tipo finanziario» che ha investito anche il settore giochi a causa della chiusura delle sale e per evitare «importanti ricadute anche sui livelli occupazionali», il Governo ha previsto di prorogare al 29 maggio i termini di versamento del PREU per slot e VLT e del canone concessorio in scadenza entro il 30 aprile. Le somme dovute potranno poi essere rateizzate: la prima rata dovrà essere versata «entro il 29 maggio e le successive entro l’ultimo giorno del mese», l’ultima rata dovrà essere versata «entro il 18 dicembre 2020».

SALE BINGO - Anche per le sale bingo, la cui attività è stata sospesa dal decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo scorso, «non è dovuto il canone» di concessione previsto dalla legge di stabilità 2014 «a decorrere dal mese di marzo e per tutto il periodo di sospensione dell’attività». 

GARE GIOCHI RINVIATE - «In considerazione del rallentamento delle attività amministrative dovute all’insorgere dell’emergenza sanitaria», la scadenza dei termini previsti per l’indizione delle gare delle scommesse e bingo, della gara per gli apparecchi da intrattenimento e dell’entrata in vigore del Registro Unico del gioco è prorogata di 6 mesi.

SLOT DA REMOTO - Il decreto proroga anche l’entrata a regime degli apparecchi con controllo da remoto, «tenuto conto del rallentamento o del blocco anche delle attività necessarie alla produzione dei nuovi apparecchi e alla loro certificazione».

SOSTEGNO AL LAVORO - Infine, il decreto stabilisce che anche i «soggetti che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse, ivi compresa la gestione di macchine e apparecchi correlati» potranno usufruire delle misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e delle imprese, come la «sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria».

POTENZIAMENTO ADM - Per il 2020, «le risorse destinate alla remunerazione delle prestazioni di lavoro straordinario del personale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, sono incrementate di otto milioni di euro, a valere sui finanziamenti dell'Agenzia stessa».

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password