Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/10/2021 alle ore 21:18

Attualità e Politica

13/10/2021 | 16:18

ESCLUSIVA/Online, i punti vendita ricarica (Pvr) nel mercato dei giochi anche con la prossima concessione

facebook twitter pinterest
ESCLUSIVA Online punti vendita ricarica Pvr mercatoi giochi prossima concessione

ROMA - L’attività dei punti vendita ricarica (Pvr) potrebbe essere consentita anche con la prossima concessione per il gioco online. E’ quanto apprende Agipronews da autorevoli fonti istituzionali. Il modello “omnichannel” – ormai al centro del business di tanti operatori medi e grandi – ha attirato circa il 30 per cento dell’intero mercato del gaming online. Tra i motivi dell’enorme successo commerciale, una gestione non complicata (in sostanza, il rapporto tra concessionario e pvr è regolato dal contratto di affiliazione e da poche norme generali) e l’estesissima rete di vendita, stimata in oltre 60mila unità dal censimento concluso nei mesi scorsi dall’Agenzia delle Dogane. Le indiscrezioni raccolte indicano la volontà di mantenere in piedi – anche nel periodo della prossima concessione, probabilmente dal primo gennaio 2023 - una filiera commerciale che funziona, anche se filtra l’idea di imporre alcune limitazioni. Probabilmente saranno selezionate delle categorie di punto vendita (non tutti gli esercizi potranno liberamente svolgere l’attività come avviene ora, quindi) ed è ipotizzabile che possa essere vietato l’uso di apparecchiature telematiche installate all’interno dell’esercizio commerciale. I dettagli sono ancora tutti da definire. Rimarrà in vigore il divieto totale di intermediazione e quindi permarrà lo stop a qualunque ipotesi di raccolta di giochi nei Pvr. In ogni caso, a tutti i concessionari autorizzati dalle Dogane sarà consentito di concludere accordi con punti vendita per fornire ai giocatori il servizio di stipula e firma del contratto di apertura del conto di gioco e la vendita delle ricariche. La decisione di non smantellare la rete dei Pvr – si apprende ancora - si spiega soprattutto con la prossima strategia del Governo, che mira a rafforzare il contrasto ad ogni forma di gioco d’azzardo illegale, soprattutto quello offerto via web da soggetti che utilizzano piattaforme collocate al di fuori del territorio dello Stato. L’apparato sanzionatorio, penale ed amministrativo, nel prossimo riordino sarà reso ancora più stringente e colpirà anche i gestori dei punti illegali con l’introduzione dell’ipotesi di reato dell’evasione di imposte da giochi.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password