Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2019 alle ore 20:49

Attualità e Politica

21/11/2019 | 14:23

Focus Cgia sulla Lombardia entro fine giugno, Pucci (Astro): “Servirà a ragionare su dati oggettivi ed evitare il disastro piemontese”

facebook twitter google pinterest
Focus Cgia sulla Lombardia entro fine giugno Pucci (Astro): “Servirà a ragionare su dati oggettivi ed evitare il disastro piemontese”

MILANO - «Abbiamo affidato alla Cgia di Mestre l'incarico per un focus sulla Lombardia con un obiettivo preciso: far sì che quando, in vista della scadenza delle concessioni prevista per il 2022, comincerà il dibattito sulla legge che disciplina i giochi in quella regione, si possa ragionare non sul percepito, non sulle sensazioni, non sugli articoli dei giornali, ma su dati oggettivi. Poi se da questi dati emergerà che il gioco è un problema per la Lombardia, allora ci faremo da parte». Gioca fra l'amara ironia e una forte preoccupazione Massimiliano Pucci, presidente di Astro, a margine del convegno su problemi e prospettive del settore slot e Vlt tenuto oggi a Milano e organizzato dalla sua associazione. Il focus lombardo della Cgia di Mestre, che proprio questa mattina ha presentato il suo report nazionale sui giochi (realizzato sempre in collaborazione con Astro) vedrà la luce entro il prossimo giugno. «Anche un cieco – continua Pucci - vedrebbe cosa sta accadendo in Piemonte, dove sono state fatte scelte ideologiche, che hanno portato al taglio di gran parte del settore: non cala il gioco, aumenta l'illegalità e diminuiscono drasticamente le entrate per lo Stato. Spero e credo che in Lombardia possa prevalere un approccio diverso».

Anche l'Emilia-Romagna è un fronte particolarmente caldo, visto che, sulla scorta della legge regionale, i comuni si preparano a mettere fuori gioco numerosi operatori. «È stata fatta una scelta chiaramente proibizionista – dice Pucci - malgrado proprio il Governatore Bonaccini, nella sua qualità di presidente della Conferenza delle Regioni, abbia avuto un ruolo importante nell'intesa Stato-Enti locali del 2017, che parla di riduzione graduale dell'offerta e distribuzione equilibrata dei punti di gioco. Speriamo che dopo la sbornia elettorale ci si possa confrontare su dati oggettivi. Colpisce che proprio nella regione che ha ospitato il più grande processo sul gioco illegale, quello basato sull'inchiesta Black Monkey, non si capisca la correlazione tra taglio del gioco lecito e proliferazione dell'illegalità».

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Roma gioco azzardo

Roma, due donne denunciate per gioco d'azzardo

07/12/2019 | 10:30 ROMA - Due donne sono state denunciate per gioco d'azzardo a Roma. Dopo diverse segnalazioni dei cittadini, gli agenti della polizia di Stato hanno dato il via a una serie di appostamenti a Piazza Manila. Individuato il luogo esatto...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password