Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/02/2018 alle ore 20:35

Attualità e Politica

09/12/2017 | 17:41

Giochi, Emilia Romagna: pronta mappatura dei luoghi sensibili a Cavriago

facebook twitter google pinterest
GIOCHI LEGGE REGIONALE EMILIA ROMAGNA

ROMA - Via libera alla mappatura dei luoghi sensibili a Cavriago, in provincia di Reggio Emilia, in base a quanto previsto dalla legge regionale dell'Emilia-Romagna per il contrasto al gioco patologico. “La mappa – ha spiegato l’assessore Giancarlo Grassi nell’ultimo consiglio comunale, come riporta l'edizione di oggi del Resto Del Carlino di Reggio Emilia - è stata redatta utilizzando come base google maps al fine di poter essere facilmente aggiornata e consultata. Nella mappa è indicato l’indirizzo dell’ingresso principale dei luoghi sensibili, perché è da qui che vengono calcolati i 500 metri, intesi come il percorso pedonale più breve per arrivare al luogo dove si trovano le slot. Abbiamo cercato di indicare il maggior numero di luoghi sensibili, anche nel rispetto delle classificazioni urbanistiche, senza per questo forzare le indicazioni della legge, ma applicando semplicemente quel margine di discrezionalità, legata appunto alla conoscenza del proprio territorio e delle sue peculiarità, che la legge demanda ai comuni. Troviamo infatti alcuni parchi e altri luoghi di aggregazione. Faranno seguito - ha aggiunto Grassi - gli altri passi previsti dalla legge, che sono già in corso e che termineremo a breve, cioè la mappatura degli apparecchi e delle concessioni, la stesura del regolamento, la lettera di avviso agli esercenti e la successiva attività di controllo”.
Secondo la normativa regionale, una volta ultimata la mappatura, l’Amministrazione avrà sei mesi di tempo per comunicare ai titolari delle sale gioco e delle sale scommesse ricadenti nel divieto d’esercizio, l’adozione dei relativi provvedimenti di chiusura. Gli esercenti che intenderanno proseguire la propria attività in zone non soggette a divieto potranno usufruire di una proroga fino ad un massimo di sei mesi rispetto al termine per l’adozione del provvedimento di chiusura.


RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

Scarica l'app dallo store

Scarica
chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password