Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/01/2019 alle ore 19:00

Attualità e Politica

30/01/2018 | 17:10

“Giù le mani dal pallone”, Storari (Milan): «Messaggio efficace perché parte da noi calciatori»

facebook twitter google pinterest
Giù le mani dal pallone Storari AC Milan match fixing

MILANO - «È stato tutto molto divertente, perché quando si fanno delle riprese per un video giocando a calcio ci si diverte sempre. Ma a parte questo, credo che abbiamo dato un messaggio molto importante, proprio perché parte da noi, che siamo gli attori in campo e purtroppo diventiamo protagonisti anche se si verifica un episodio di frode». Lo ha detto Marco Storari, portiere del Milan, testimonial nel video dell'iniziativa “Giù le mani dal pallone”, che punta a informare e sensibilizzare i giocatori rossoneri (dalle giovanili alla prima squadra) e il pubblico sul fenomeno delle frodi sportive, realizzato insieme a Snaitech, Major Partner del Milan. «Mi dicono peraltro che per la prima volta un club mette a disposizione i suoi giocatori per un'iniziativa del genere - ha proseguito Storari nel corso della presentazione di questo pomeriggio a Milanello - e mi sembra nel video il messaggio passi in maniera efficace. Sul tema siamo molto attivi da tempo anche nell'ambito della Associazione Italiana Calciatori».

«È un bello spot per il nostro calcio e sono contento di essere testimonial di questo messaggio», ha aggiunto il compagno di squadra Andrea Conti, che ha partecipato al video insieme a Storari, Giacomo Bonaventura e Riccardo Montolivo. «D'accordo con Snaitech abbiamo deciso di dare molta evidenza a questa iniziativa - ha detto Lorenzo Giorgetti, responsabile dell'area commerciale del Milan - Il match fixing è un fenomeno che danneggia tutti, giocatori, tifosi e soprattutto gli operatori del settore seri, che rispettano le regole di una attività che deve essere gioco e divertimento. Il Milan è soggetto ma anche oggetto, visto che inizierà una serie di workshop destinati a condividere principi e contenuti con il settore giovanile già da oggi».

RED/Agipro

 

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi friuli venezia giulia ludopatia azzardo

Giochi, Friuli Venezia Giulia: 577 persone in cura nel 2018

17/01/2019 | 16:06 ROMA - La stima di giocatori problematici, sulla popolazione totale del Friuli, varia fra l'1,3% e il 3,8%. La percentuale di giocatori patologici è compresa tra lo 0,5% e il 2,2%. Nel 2018 sono stati presi in carico dai...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password