Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 01/02/2023 alle ore 12:59

Attualità e Politica

12/12/2022 | 12:22

Giochi in Calabria, i capigruppo della maggioranza ritirano la firma dalla proposta che modifica la legge regionale

facebook twitter pinterest
Giochi Calabria maggioranza legge regionale

ROMA - "Abbiamo verificato, con grande spirito di collaborazione, che le modifiche proposte dalla maggioranza" alla legge regionale del 2018 contro il gioco patologico "non hanno attecchito nell'humus sociale e politico calabrese", quindi "abbiamo deciso di ritirare le nostre firme alla proposta di modifica" del quadro normativo. Lo fanno sapere con una nota i capigruppo della maggioranza nel Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Graziano (Udc), Francesco De Nisi (Coraggio Italia), Giuseppe Neri (Fratelli d'Italia), Giacomo Pietro Crinò (Forza Azzurri), Giovanni Arruzzolo (Forza Italia). 
"La modifica alla proposta di legge regionale sulla ludopatia nasce dalla necessità di fornire alla Calabria e ai calabresi un nuovo quadro normativo che aggiornasse, di fatto, la Legge del 2018 che in questi anni si era concretamente deregolamentata. Tutto questo puntando, ovviamente, ad un imprescindibile obiettivo: creare una misura normativa massimamente condivisa", sottolineano, spiegando quindi la decisione di "lasciare in vigore" le norme della legge "così come approvata dal Consiglio regionale, senza modificarne il contenuto o emendarne il testo".
RED/Agipro

Foto: Salvatore Migliari, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password