Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2020 alle ore 19:04

Attualità e Politica

03/06/2020 | 15:37

Campania, Graziano (pres. Comm. Sanità): "In Consiglio modifiche legge regionale, migliorare lavoro di prevenzione del gioco patologico "

facebook twitter google pinterest
Giochi Campania Graziano Sanità Consiglio regionale

ROMA - «Alla prima seduta utile del Consiglio regionale della Campania porteremo le modifiche alla legge regionale per il contrasto della dipendenza da gioco patologico, già approvate in Commissione, con le quali abbiamo recepito le osservazioni del Governo». Lo ha detto il presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale della Campania, Stefano Graziano.  La Commissione, lo scorso 19 maggio, aveva approvato alcune modifiche alla legge regionale del 2 marzo 2020, secondo cui i sindaci della Campania saranno chiamati a fornire «informazioni circa le situazioni presenti sul proprio territorio, al fine di garantire il migliore espletamento degli interventi di prevenzione e contrasto al gioco patologico, demandati, per i profili di rispettiva competenza, alle forze di polizia e alle polizie locali», si legge nel testo. «Voglio tranquillizzare gli enti locali e gli addetti ai lavori, molti dei quali ancora chiusi a causa del Covid. I termini indicati nel provvedimento, dunque, scatteranno quando il provvedimento sarà nuovamente pubblicato sul Bollettino regionale della Campania».

Nel febbraio scorso il Consiglio regionale ha dato il via libera al testo unificato recante "Disposizioni per la prevenzione e la cura del disturbo da gioco d'azzardo e per la tutela sanitaria, sociale ed economica delle persone affette e dei loro familiari". La legge individua in modo analitico le competenze della Regione che disciplina e monitora le attività delle sale da gioco e degli spazi per il gioco attraverso la regolamentazione degli orari di esercizio e delle distanze da luoghi sensibili, stabilendo, tra le altre cose, il divieto di nuove aperture di attività di gioco (sale dedicate, corner, esercizi pubblici che installano apparecchi) ad una distanza dai luoghi sensibili inferiore a 250 metri. 


MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password