Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Attualità e Politica

23/04/2021 | 09:38

Giochi, Codere raggiunge un accordo di ristrutturazione con i suoi creditori che consentirà la sostenibilità della società

facebook twitter pinterest
Giochi Codere accordo ristrutturazione creditori

ROMA - Codere compie un passo essenziale per garantire il proprio futuro. La società, si legge in una nota, ha raggiunto un accordo con un gruppo significativo di creditori, titolari della maggioranza delle obbligazioni attualmente emesse, in base al quale immetteranno nel gruppo fino a ulteriori 225 milioni di euro. Queste nuove risorse coprirebbero, secondo le attuali stime della società, il fabbisogno di liquidità per mantenere la propria operatività fino alla riapertura totale della propria attività e fino al raggiungimento della normalizzazione della propria capacità di generazione di cassa. L'ingresso di questi nuovi fondi avverrà attraverso un'ulteriore emissione di obbligazioni super senior per un importo di 100 milioni di euro, di cui 30 milioni di euro verranno erogati immediatamente e 70 milioni di euro entro la fine di maggio. Una seconda quota fino a 125 milioni di euro aggiuntivi verrà erogata al termine del processo di ristrutturazione.
I creditori, inoltre, hanno concordato di capitalizzare più di 350 milioni di euro di debito, corrispondenti a parte delle obbligazioni senior garantite già esistenti. Ciò rappresenta una significativa riduzione degli attuali livelli di indebitamento, con una passività del gruppo operativo che si aggirerebbe intorno ai 700 milioni di euro, pari a circa tre volte l'Ebitda atteso dopo il superamento della pandemia, livello di indebitamento considerato sostenibile. A sua volta è stata concordata una proroga di almeno tre anni delle attuali scadenze, che si spostano interamente a settembre 2026 e novembre 2027.

Con il completamento del processo di ristrutturazione di Codere, si legge ancora nella nota, verrà creata una nuova capogruppo attraverso la quale i creditori delle obbligazioni senior garantite esistenti avranno il 95% del capitale e gli attuali azionisti il 5%, questi otterranno anche i warrants che daranno loro diritto di ricevere il 15% nel caso di una valutazione superiore al 220 milioni di euro in una possibile futura vendita dell'azienda (o altre operazioni simili) nel'arco di dieci anni.

Inoltre, la società prevede di chiedere la liquidazione di Codere SA, processo che consentirebbe ai suoi attuali azionisti di avere quote nel capitale della nuova capogruppo o, facoltativamente, un compenso economico che deriverebbe dalla cessione di una parte proporzionale delle sue azioni.

È già stata convocata l'Assemblea Straordinaria degli Azionisti per la stipula degli accordi fondamentali per l'attuazione del processo di ristrutturazione concordato. Questi accordi hanno già il sostegno degli azionisti di maggioranza. Con l'attuazione di questa ristrutturazione, che si prevede si concluderà all'inizio del quarto trimestre dell'anno, Codere confida di assicurare il futuro dell'azienda, grazie alla fiducia dei suoi obbligazionisti nelle prospettive del gruppo, nel suo management e negli oltre diecimila dipendenti che compongono l'organizzazione.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password