Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/04/2024 alle ore 21:07

Attualità e Politica

23/02/2024 | 16:46

Giochi, Consiglio di Stato accoglie l'appello di un gestore e sollecita il Tar Calabria: valutare la possibilità che il distanziometro non sia applicabile alle sale scommesse

facebook twitter pinterest
Giochi Consiglio di Stato accoglie l'appello di un gestore e sollecita il Tar Calabria: valutare la possibilità che il distanziometro non sia applicabile alle sale scommesse

ROMA – Le norme sul distanziometro in Calabria potrebbero essere applicabili solo agli apparecchi da gioco e non alle sale scommesse. E' quanto affermato dal Consiglio di Stato, che ha accolto l'appello del gestore di una sala di San Calogero (VV), rappresentato dallo studio legale Giacobbe & Associati, a cui la questura di Vibo Valentia aveva negato il rilascio della licenza per la raccolta delle scommesse. La legge regionale del 2018, infatti, vieta l'installazione di apparecchi da gioco a una distanza inferiore a 500 metri da determinati luoghi sensibili nei comuni con più di 5mila residenti. Come sostenuto dall'appellante, però, per il mancato rispetto della norma sono previste esclusivamente sanzioni amministrative calcolate per apparecchio, motivo per il quale il distanziometro non sarebbe applicabile alle sale scommesse. Palazzo Spada ha accolto l'appello e sollecitato il Tar della Calabria per la fissazione dell'udienza di merito per la trattazione del ricorso. Nell'ordinanza cautelare si legge che “la disciplina di cui alla legge regionale presenta profili di opinabilità in punto di lettura sistematica, con riferimento all’estendibilità dei limiti distanziometrici alle sale scommesse prive di apparecchi per il gioco”. Per questo il ricorso verrà nuovamente trattato non appena il tribunale regionale fisserà l'udienza di merito.

GM/Agipro

Foto credits Sailko CC BY 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password