Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/09/2018 alle ore 09:24

Attualità e Politica

22/08/2018 | 11:25

Giochi, Emilia-Romagna: nuovi ricorsi dei gestori contro il "distanziometro" previsto dalla legge regionale

facebook twitter google pinterest
Giochi Emilia Romagna ricorsi gestori distanziometro

ROMA - Continua la pioggia di ricorsi delle sale slot contro il regolamento approvato dalla Regione Emilia-Romagna nel 2017, che vieta l'apertura di sale giochi a 500 metri da luoghi sensibili come scuole e ospedali. Già una ventina di gestori hanno presentato ricorso al Tar, per chiedere l'annullamento della delibera regionale e, a cascata, dei regolamenti comunali approvati successivamente. Altri cinque esercenti hanno presentato ricorso straordinario al Capo dello Stato, sempre per ottenere lo stop al provvedimento della Regione. La Giunta Bonaccini, al rientro dalla pausa estiva, ha affidato l'incarico di difesa alla legale Maria Rosaria Russo Valentini, che sta già seguendo per viale Aldo Moro i ricorsi al Tar. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password