Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/09/2019 alle ore 09:57

Attualità e Politica

18/06/2019 | 15:31

Giochi, Faggiani (Anci): "Distanze minime poco efficaci, la riforma parta dal contingentamento dei punti di gioco"

facebook twitter google pinterest
Giochi Faggiani Anci legge nazionale

ROMA - «Siamo fermamente convinti della necessità di procedere a un riordino del settore e a una riqualificazione dell'offerta di gioco. Non c'è bisogno di ripartire da zero, bisognerebbe riprendere l'accordo raggiunto in Conferenza Unificata, un punto di equilibrio molto importante che era stato raggiunto e che potrebbe essere aggiornato». Lo ha detto Domenico Faggiani, Coordinatore Anci per il gioco, nel corso dell’assemblea pubblica “Una riforma condivisa nell’interesse del Paese” di Sistema Gioco Italia. «Più che un semplice e poco efficace distanziometro, bisognerebbe ripartire dall'idea del contingentamento dei punti gioco a livello regionale e lasciare che i Comuni programmino una distribuzione omogenea dei punti sul territorio», ha spiegato, ma «serve soprattutto una legge quadro a livello nazionale, in cui vadano a collocarsi le leggi regionali e i regolamenti comunali», ha continuato. «E' necessario che i Comuni - che sono impegnati nella tutela della sicurezza e della salute del cittadino - abbiano le risorse adeguate e che possano utilizzare le nuove tecnologie a disposizione», come ad esempio l'applicativo Smart che permetterà ai Comuni di monitorare gli orari di gioco degli apparecchi, ha concluso. «La collaborazione con le istituzioni è fondamentale: gli operatori del settore non sono la controparte, ma devono essere coinvolti appieno nel processo di riforma e devono impegnarsi affinché le persone possano divertirsi attraverso il gioco, senza che si trasformi in dipendenza».
MSC/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi notizie agipronews scommesse slot

Giochi, la settimana in un clic

20/09/2019 | 16:43 LUNEDI' 16 SETTEMBRE Politica e giochi – Innovazione tecnologica e digitalizzazione, ma anche giro di vite contro le frodi e riemersione del sommerso. Sono le parole d'ordine del neo Ministro dell'Economia Roberto...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password