Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/11/2022 alle ore 20:32

Attualità e Politica

14/07/2022 | 13:25

Giochi, Freni (MEF): "Non metto in discussione autonomie territoriali, ma serve omogeneità delle norme per contrastare l'illegalità. Attendo una risposta di Fedriga alla mia lettera"

facebook twitter pinterest
Giochi Freni MEF risposta edriga

ROMA - "Non ho mai pensato di mettere in discussione i poteri delle autonomie territoriali. Ciò non toglie però che, se ho la cura di un comparto industriale, non posso ignorare che in diverse Regioni e Comuni d'Italia si giochi in modo diverso. Nell'ottica di garantire al mercato una programmazione, tutto questo è dissennato". Lo ha detto il sottosegretario all'Economia con delega ai giochi, Federico Freni, durante la presentazione del "Percorso di studio sul settore dei giochi in Italia", condotto dalla CGIA di Mestre in collaborazione con il Centro Studi As.tro. Il problema "non è il distanziometro, ma che ne esistano centinaia e tutti diversi", ha sottolineato. In Italia "la normativa sul gioco non è quella di un paese civile": sono "l'incertezza delle regole" e "l'assenza di una regolamentazione omogenea a generare l'illegalità: nostro dovere è sradicarla" e contrastare "tutto quello che non è limpido". A proposito della lettera inviata al presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ha spiegato ai giornalisti: "L'ho appena spedita, diamogli tempo di leggerla. Insisterò, ma avrò certamente una risposta perché i destinatari sono tutte persone di senno e risponderanno", ha concluso.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password