Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2021 alle ore 18:11

Attualità e Politica

25/10/2021 | 13:13

Giochi, Iaccarino (As.tro): "Approccio laico e unità di intenti per il riordino del settore"

facebook twitter pinterest
Giochi Iaccarino As.tro Approccio laico e unità di intenti per il riordino del settore

ROMA - Trovare una «unità di intenti» tra tutti i soggetti interessati in vista del riordino del settore. È l'auspicio di Armando Iaccarino, presidente del Centro Studi As.Tro, dopo la tavola rotonda “Gioco pubblico, legalità e tutela del consumatore”  della scorsa settimana. «Emerge la necessità di un approccio laico al tema del gioco legale», scrive Iaccarino in una nota. «Da anni il settore rivendica un riconoscimento come comparto industriale con pieno diritto di cittadinanza nel “sistema Italia”, scontrandosi con barriere innalzate da comportamenti pregiudiziali figlie di analisi approssimative ed emotive».
Nell'"approccio laico" di cui parla Iaccarino rimane imprescindibile il contrasto all'illegalità, ma si affiancano «in maniera forte e prioritaria due emergenze ormai improrogabili». Ovvero, «una razionalizzazione della regolamentazione che abbia carattere di stabilità e di omogeneità nel tempo e nello spazio, conseguenza di un centro di governance forte, competente e affidabile» e «un regime fiscale che, al di fuori di logiche punitive o ragionieristiche, si faccia strumento di politica industriale per un settore di cui venga riconosciuto diritto di cittadinanza». Con le attuali politiche fiscali che penalizzano le aziende medio-piccole «lo Stato trasforma il proprio ruolo da soggetto che esercita la governance di un settore delicato a Stato biscazziere». Da qui, secondo Iaccarino, «si deve partire per arrivare ad un riordino del settore che non sia un maquillage a fini elettorali». Un percorso che «non può prescindere dalla partecipazione di tutti i soggetti interessati, compresi gli operatori del gioco» e per il quale, conclude il presidente del Centro Studi, è importante superare «le endemiche contrapposizioni presenti nel mondo del gioco», per arrivare a «una unità di intenti».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password