Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/08/2019 alle ore 08:03

Attualità e Politica

11/06/2019 | 11:30

Giochi, Iaccarino (Astro): "In Puglia e Toscana primi segnali di equilibrio per il settore, senza rinunciare alla tutela della salute"

facebook twitter google pinterest
Giochi Iaccarino Astro Puglia Toscana

ROMA - «Arriva dalla Puglia un segnale di equilibrio. Le modifiche alla Legge regionale sul contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico, approvate il 5 giugno scorso dal Consiglio Regionale, introducono elementi di razionalità nella regolamentazione della materia, pur senza fare sconti sui temi della tutela della salute dei cittadini, legati al gioco con vincita in denaro». Lo scrive in una nota Armando Iaccarino, Presidente del Centro Studi As.Tro, secondo cui «il fenomeno viene affrontato tenendo conto dei diversi punti di vista e di un sano bilanciamento degli interessi in ballo e degli obiettivi da raggiungere», in un contesto che «mantiene comunque alta l’attenzione sull’offerta di gioco, attraverso previsioni di aree di rispetto nei confronti di alcune tipologie di luoghi sensibili che non coprono, peraltro, la quasi totalità dei territori comunali».
Nella settimana passata «si è registrato anche un altro segnale di razionalità importante», ricorda Iaccarino: «il TAR Toscana, accogliendo il ricorso di una sala, afferma l’equivalenza dei “distanziometri” per i punti di gioco ed i luoghi sensibili. Vale a dire che, se non si può aprire un punto di gioco al di sotto della distanza prevista da un luogo sensibile, non si può nemmeno dar vita d un luogo sensibile al di sotto di tale distanza, rispetto ad un preesistente punto di gioco. Finalmente una pronuncia che fa giustizia di uno dei punti di maggior incoerenza giuridica, presenti in molte regolamentazioni locali, secondo cui, in barba a qualsiasi precedente affidamento, sarebbe bastato aprire, ad esempio, un bancomat per provocare lo sfratto di un punto gioco, senza alcuna certezza di trovare una collocazione stabile».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password