Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/05/2021 alle ore 19:01

Attualità e Politica

26/04/2021 | 15:37

Giochi nel Lazio, Cardia (Acadi): "Distanziometro azzererà l'offerta legale, serve riordino del settore per tutelare lavoratori e imprese"

facebook twitter pinterest
Giochi Lazio Cardia Acadi Distanziometro serve riordino lavoratori imprese

ROMA - «Serve l’ultimo sforzo per rendere efficace quell’intesa tra Stato e Regioni portata a termine con une enorme lavoro delle istituzioni coinvolte: serve chiudere con il riordino». Lo ha detto Geronimo Cardia, presidente di Acadi, nel corso del webinar  nel corso del webinar "Analisi dell’impatto sociale del settore del Gioco Pubblico nella Regione Lazio e delle conseguenze dell’entrata in vigore della Legge regionale 5/2013", organizzato da Acadi, con la legge sul distanziometro che entrerà in vigore ad agosto. «Una volta superata la prova pandemia, il settore dovrà confrontarsi di nuovo con temi radicali e strutturali», come i distanziometri introdotti da numerose regioni che, «anziché razionalizzare e ridurre l’offerta di gioco di Stato di fatto ne impediscono l’esistenza», come avvenuto nel Lazio, ma anche in Piemonte, in Emilia-Romagna o nella Provincia di Bolzano. «C’è il tema della perdita di livelli occupazionali dai territori, della chiusura delle imprese, della perdita di gettito e della perdita del presidio della legalità», oltre che «del proibizionismo e della marginalizzazione, che non rispondono allo scopo di tutelare le persone sotto il profilo sanitario», spiega.
Il Lazio e il Piemonte, «anche seguendo l’esempio virtuoso di altre regioni» che «sono tornate sui loro passi», potrebbero «rimandare l’entrata in vigore dell’espulsione» del gioco lecito dai loro territori per valutarne gli effetti e «concentrare ogni misura sull’effettivo contrasto al disturbo da gioco» e «sul decoro di tutti i territori, periferie comprese», conclude Cardai.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

MillionDay ritardatari

MillionDay: il 33 ancora leader dei ritardatari a 42 turni

13/05/2021 | 19:01 ROMA - Il 33 resta alla guida dei ritardatari del MillionDay con 42 turni di assenza, dopo l'estrazione di giovedì 13 maggio. Resistono anche il 26, via da 36 estrazioni, e il 17 (28). Tra i cinque numeri più assenti...

Coni Giovanni Malagò presidente

Coni, Giovanni Malagò eletto presidente per la terza volta

13/05/2021 | 17:00 ROMA - Giovanni Malagò è stato rieletto presidente del Coni, durante il Consiglio Nazionale Elettivo a Milano: Il numero uno uscente ha ricevuto 55 voti, con 13 voti a Di Rocco e 1 a Belluti, con una scheda bianca...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password