Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/11/2018 alle ore 20:45

Attualità e Politica

23/05/2018 | 08:50

Giochi, Milano: 935 controlli nelle sale slot e VLT e 79 sospensioni nei primi cinque mesi del 2018

facebook twitter google pinterest
Giochi Milano controlli sale slot VLT

ROMA - Nel 2017 sono stati effettuati 1835 controlli negli esercizi commerciali con slot e sale gioco con VLT di Milano, con 515 diffide, da cui sono scaturite 348 sospensioni (che Lscattano alla reiterazione dell'infrazione dopo la prima diffida e comporta lo spegnimento degli apparecchi per il gioco per un periodo compreso tra uno e cinque giorni). Un trend che si conferma nei primi cinque mesi del 2018 (al 15 maggio), con 935 controlli effettuati, 158 diffide, delle quali 79 si sono trasformate in sospensioni. E' questo il bilancio del 2017 dell'attività dell'Unità Annonaria Commerciale del Comune, presentato nella seduta della Commissione Consiliare Congiunta per le Politiche per il Lavoro, lo Sviluppo Economico, le Attività Produttive, il Commercio, le Risorse Umane e l'Antimafia. "La normativa regionale ha stabilito che l'apertura di una nuova sala giochi non può avvenire entro 500 metri da luoghi sensibili e, applicando il nuovo regolamento, è obbligatorio l'oscuramento delle vetrine delle sale giochi, un corso sulla ludopatia per i titolari degli spazi e la delimitazione fisica delle macchinette per i locali che ne posseggono almeno tre", ha spiegato Matteo Di Francesco, commissario responsabile dell'Unità Annonaria Commerciale. 

Le frequenti violazioni hanno fatto sì che si avviasse "il progetto 'Scuole sicure', "con il quale gli agenti dell'annonaria, tutte le mattine, si dislocavano nei bar vicini alle scuole per accertare lo spegnimento degli apparecchi. Abbiamo ricominciato con lo stesso programma lo scorso febbraio", ha proseguito Di Francesco. L'apertura di una sala giochi entro 500 metri da un luogo sensibile comporta 5.000 euro di multa per ogni apparecchio e i sigilli al locale. Dal 2014, inoltre, è in vigore l'Ordinanza Sindacale che limita gli orari di utilizzo e accensione degli apparecchi per il gioco d'azzardo dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23, validi sia per sale giochi, che per gli esercizi commerciali con slot o altri apparecchi assimilabili. Al di fuori di questi orari è imposto lo spegnimento degli apparecchi, pena una multa di 450 euro. Nel 2017 sono state registrate 326 violazioni di tale normativa (di cui 262 a carico di esercizi commerciali non interamente dedicati al gioco d'azzardo) e, nei primi mesi del 2018, sono stati elevati 140 verbali di contravvenzione per questa specifica infrazione (di cui 119 per esercizi commerciali). 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password