Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/09/2019 alle ore 08:54

Attualità e Politica

18/06/2019 | 10:05

Giochi, l'esempio virtuoso della Puglia: lo studio dell’Eurispes “ispira” il legislatore

facebook twitter google pinterest
Giochi Puglia Eurispes

ROMA - «In un contesto nazionale e locale che fatica ancora ad affrontare con il dovuto senso di responsabilità il tema del gioco pubblico, la Regione Puglia ha compiuto un importante passo in avanti nella costruzione di un impianto normativo ispirato alla tutela della salute pubblica, con uno sguardo attento all’ordine pubblico e alla sicurezza ed ai profili occupazionali inevitabilmente coinvolti da misure restrittive dell’offerta pubblica di gioco». E' quanto si legge in una nota dell'Eurispes che, a novembre scorso, «all’indomani della presentazione del rapporto Gioco legale e dipendenze in Puglia realizzato nel quadro delle attività dell’Osservatorio Permanente su giochi, legalità e patologie», apriva «una nuova fase di confronto e riflessione a livello istituzionale sulle misure già adottate e da adottare per il contrasto delle dipendenze e sull’efficacia delle stesse».
Il legislatore pugliese «è intervenuto con una revisione significativa della normativa locale che si ispira a un bilanciamento degli interessi in campo e all’innalzamento delle tutele per gli utenti»: per l'Eurispes, «si tratta della prima esperienza che si registra in àmbito regionale caratterizzata da una visione ampia e ragionata su un tema che viene troppo spesso strumentalizzato ai fini politici ed elettoralistici». L'Eurispes auspica che «questo approccio equilibrato possa diventare contagioso e un segnale positivo, in questo senso, è già arrivato dalla Regione Marche che nei giorni scorsi ha rinviato al 2021 l’entrata in vigore del “distanziomentro”, così da compiere ulteriori valutazioni e ricercare soluzioni di buon senso e buon governo del territorio. Anche in Piemonte, il neo eletto Governatore ha mostrato interesse ad approfondire le risultanze dello studio dell’Osservatorio sui giochi dell’Eurispes pubblicato a maggio scorso a Torino (Gioco pubblico e dipendenze in Piemonte), dichiarando che la legge regionale sul gioco va cambiata». La strada, per l'Eurispes, «è tracciata e merita di essere percorsa anche per facilitare e stimolare l’opera di riforma del settore da parte del legislatore nazionale, sempre in affanno e sempre propenso ad abdicare al proprio ruolo di dominus della materia».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password