Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 20:37

Attualità e Politica

29/10/2018 | 17:43

Giochi in Puglia, i sindacati: "La chiusura delle sale non cura la dipendenza, ma cancella i posti di lavoro"

facebook twitter google pinterest
Giochi Puglia sindacati

ROMA - «Il proibizionismo non è la cura, non risolve completamente il problema ma soprattutto ne provoca un altro: quello occupazionale». A lanciare l'allarme è Emanuele Sozzo, segretario della Filcams Cgil di Lecce, che domani sarà in piazza a Bari, insieme a Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, per chiedere «una proroga della scadenza del 20 dicembre prevista dalla legge regionale, come è stato fatto anche da altre regioni, in attesa di una definizione migliore della legge». 
Finora, ricorda, «ogni Regione si è regolata a suo modo: la Puglia con la distanza di 500 metri dai luoghi sensibili, altre Regioni hanno agito sugli orari di apertura e chiusura», ma la legge pugliese «danneggia anche quelle attività già aperte fino al 2013, un problema che nelle altre Regioni è stato risolto. Le attività aperte fino al 2013, secondo me, non dovevano essere toccate», spiega il sindacalista, secondo cui  il 'congelamento' della legge pugliese sarebbe necessario «per poi ripassare la palla a livello nazionale per una discussione seria sul problema. Chiediamo questa proroga per non trovarci a fine anno con la sorpresa del licenziamento di molti lavoratori. Se la proroga non dovesse essere approvata entro il 20 dicembre le aziende dovranno spostarsi lontano dai luoghi sensibili. «Avremmo delle ripercussioni: sono parecchi in Puglia i posti di lavoro a rischio». e portare questo tipo di attività in zone periferiche «non sarebbe un bene, specie nei paesi piccoli. Si rischia un isolamento e una ghettizzazione. Se chiudono le attività legali le macchine potrebbero essere vendute a chi gestisce il gioco clandestino. E' un ragionamento che va oltre la malattia della ludopatia, è un problema di sicurezza». 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password