Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2022 alle ore 20:37

Attualità e Politica

27/04/2022 | 10:47

Giochi, Saracchi (ADM): "Necessarie regole chiare per gli operatori, norme non omogenee favoriscono l'illegalità"

facebook twitter pinterest
Giochi Saracchi (ADM): Necessarie regole chiare per gli operatori all'Agenzia il dovere di vigilare contro l'illegalità

ROMA - «Il settore dei giochi è spesso considerato in maniera negativa, ma la realtà è diversa. Oggi servono regole chiare e precise che gli operatori devono poter rispettare». Così Stefano Saracchi, capo della Direzione Giochi dell'Agenzia Dogane e Monopoli, nel corso del seminario La disciplina delle accise, dogane e monopoli: partecipazione e tutela del cittadino. I Monopoli di Stato: i giochi pubblici", in corso a Bari. In quanto regolatore del comparto, prosegue Saracchi, l'Agenzia svolge «un importante lavoro di vigilanza sul settore. Oggi non si parla più di gioco illegale, ma di illegalità nel gioco. Abbiamo il dovere di identificare le patologie che possono essere sviluppate con il gioco, e dobbiamo essere in grado di individuare anche nel comparto pubblico legale le anomalie che si vengono a creare».
Riguardo le norme sul gioco, Saracchi sottolinea che «al momento esiste una regolamentazione non sempre omogenea e chiara che ha causato l’espulsione del gioco dal territorio». In questo modo, però, «il gioco legale non trova spazio e si avvantaggia l’illegalità, e inoltre si crea un danno importante alle casse dell’erario». L’Agenzia deve quindi «attuare una vigilanza amministrativa che permetta di prevenire il problema. L’approccio deve essere di settore amministrativo e non repressivo». Per quanto riguarda il contrasto al match fixing «esiste il gruppo analisi scommesse sportive, che analizza puntualmente tutto quello che può rappresentare la presenza di anomalie nel settore del gioco», conclude Saracchi.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password