Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/10/2022 alle ore 20:44

Attualità e Politica

10/06/2022 | 18:30

Giochi, Tar Valle d'Aosta: via libera alle nuove disposizioni sul "distanziometro"

facebook twitter pinterest
Giochi Tar Valle d'Aosta: via libera alle nuove disposizioni sul distanziometro

ROMA - Via libera alle nuove disposizioni della Regione Valle d'Aosta sul gioco, anche per le sale già attive prima dell'entrata in vigore del "distanziometro" e a cui la licenza è stata revocata. Il Tar regionale conferma la legittimità della legge anti-ludopatia datata dicembre 2018, che rispetto a quella del 2015 ha anticipato la data di entrata in vigore della distanza minima dai luoghi sensibili (500 metri) dal 2023 al 1° giugno 2019. Nella sentenza pubblicata oggi, i giudici respingono il ricorso presentato da una sala slot di Quart, a cui nel 2021 la Questura aveva revocato la licenza. L'entrata in vigore della legge regionale, scrivono i giudici, «implica che l'Autorità di pubblica sicurezza, che in base alla normativa precedente abbia rilasciato titoli che si pongano in contrasto con la normativa sopravvenuta, possa, una volta esaurito il periodo transitorio, adottare le misure necessarie al ripristino della legalità». Il provvedimento della Questura ha dunque messo in atto la «piena attuazione delle disposizioni di legge». Secondo i giudici la sala non ha neanche diritto a un indennizzo, la cui mancata previsione ed erogazione riguarda «questioni di carattere patrimoniale». Si tratta cioè di «condizione esterna al piano della validità ed efficacia» del provvedimento impugnato, e la sua determinazione «non attiene al piano della legittimità provvedimentale». La revoca della licenza, in ogni caso, è fondata sulla «dalla rigorosa applicazione di una progressivamente restrittiva disciplina legislativa regionale». L’amministrazione, concludono i giudici, ha adottato i provvedimenti impugnati sulla base di norme che afferiscono alla «materia della “tutela della salute”» e non sulla base di una propria valutazione o di un mutamento di una situazione di fatto.
LL/Agipro

Foto Credits George Hodan CC0 1.0

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password