Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 31/01/2023 alle ore 15:27

Attualità e Politica

12/12/2022 | 13:30

Giochi e distanziometro, Tar Liguria conferma chiusura di una sala scommesse a Genova: competenza della Regione non può essere messa in dubbio

facebook twitter pinterest
Giochi e distanziometro Tar Liguria conferma chiusura di una sala scommesse a Genova: competenza della Regione non può essere messa in dubbio

ROMA – Chiusura confermata per una sala scommesse di Genova dopo che il Tar della Liguria ha respinto il ricorso del titolare, il quale chiedeva di annullare un provvedimento del comune che vietava la “prosecuzione dell’attività di sala scommesse” e respingeva la “richiesta di rilascio autorizzazione all’installazione di apparecchi”. In seguito alla richiesta di rilascio dell'autorizzazione, infatti, era stata evidenziata la vicinanza della sala a due luoghi sensibili, quali un negozio “compro oro” e un luogo di culto, facendo scattare il regolamento comunale basato sulla legge regionale in materia di gioco. La legge regionale del 2012 vieta l'installazione di apparecchi da gioco in un raggio di 300 metri da determinati “luoghi sensibili”. Alle regioni, affermano i giudici, “non è preclusa l'adozione di misure tese a inibire l’esercizio di sale da gioco e di attrazione ubicate al di sotto di una distanza minima da luoghi considerati 'sensibili'”. Quindi, non può essere messa in dubbio la competenza della Regione “a disporre interventi per prevenire la “ludopatia”, tra cui anche l’attribuzione ai Comuni della competenza regolamentare di fissare distanze minime tra le sale da gioco e alcuni luoghi 'sensibili'”.

RED/Agipro

Foto credits wp paarz/Flickr CC BY-SA 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password