Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/06/2022 alle ore 21:48

Attualità e Politica

14/06/2022 | 16:38

Giochi, il Tar Lazio conferma: sale a rischio assembramento, legittimo il lockdown tra 2020 e 2021

facebook twitter pinterest
Giochi il Tar Lazio conferma: sale a rischio assembramento legittimo il lockdown tra 2020 e 2021

ROMA - Il Tar Lazio conferma il no al risarcimento dei danni per gli operatori di giochi che hanno dovuto sospendere l’attività tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021, causa emergenza epidemiologica. Nelle due sentenze pubblicate oggi, i giudici della Prima sezione respingono i ricorsi di una sala vlt e una sala bingo. Il Collegio ribadisce che la decisione di fermare le sale durante la pandemia è stata legittima, visto che al loro interno «si assembrano persone che possono stazionare lungamente in esse. Dati questi elementi d’esperienza, è evidente che la frequentazione delle sale espone i relativi avventori ad un elevato rischio di contagio, sicché pienamente logica e razionale è la sospensione delle relative attività». Secondo i giudici non sussiste «una lesione del legittimo affidamento nella discrasia tra le linee guida per la riapertura dell’11 giugno 2020 e le sospensioni di cui al Dpcm del 24 ottobre 2020 (e seguenti)». Infatti, conclude il Tar, «la recrudescenza della pandemia mutava totalmente il contesto: mentre le citate linee guida venivano adottate in una fase calante della pandemia, le sospensioni intervenivano in un momento di crescita inarrestabile ed imprevedibile».
LL/Agipro

Foto Credits George Hodan CC0 1.0

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password