Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/10/2021 alle ore 21:20

Attualità e Politica

19/04/2021 | 10:45

Giochi in lockdown: prolifera il gioco illegale, 500 denunce e centinaia di sale sequestrate

facebook twitter pinterest
Giochi in lockdown: prolifera il gioco illegale 500 denunce e centinaia di sale sequestrate

ROMA - E' un aumento vertiginoso quello fatto registrare dal gioco illegale a partire da marzo 2020, mese che ha segnato l'inizio dell'emergenza coronavirus in Italia. Da un anno a questa parte, il numero di operazioni condotte da Guardia Finanza, Polizia, Carabinieri e ADM ha subito un'impennata dovuta principalmente alla chiusura delle sale giochi e scommesse, che hanno tenuto le serrande abbassate per poco meno di 300 giorni a partire dal lockdown della scorsa primavera, con un po' di respiro solamente nel periodo estivo. Una proliferazione, quella del gioco illegale, che secondo le stime di dell’Agtenzia delle Dogane e Monopoli vale tra i 10 e i 20 miliardi di euro, pari a circa il 20% del gioco legale, e che coinvolge circa 4 milioni di italiani. Dall'inizio della pandemia, secondo quanto raccolto da Agipronews, sono state inoltre comminate sanzioni per quasi 1 milione di euro, con più di 500 persone fermate o denunciate per attività illecita e 2 mila slot sequestrate. Sul territorio italiano, infatti, le forze dell'ordine hanno individuato ben oltre 100 attività abusive e individuato centinai di agenzie senza concessione nell'ultimo anno e due mesi, con un numero di operazioni che in questo settore non aveva mai raggiunto numeri così alti.

L'aumento del gioco illegale è una diretta conseguenza della forte riduzione di quello legale, che come ha sottolineato Marcello Minenna, direttore generale dell’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane, ha visto un calo del 20-25% nel periodo Covid. La stessa Adm che ha messo in campo interventi in oltre 50 province individuando oltre 200 sale illegali, oltre all'oscuramento di oltre 300 siti non autorizzati. A beneficiarne è stata soprattutto la criminalità organizzata, nel mirino delle forze dell'ordine per quanto riguarda l'organizzazione di attività illecite nel campo delle scommesse. Numeri che dimostrano come la chiusura del gioco legale abbia portato a un aumento esponenziale di quello illegale.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password