Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2021 alle ore 20:34

Attualità e Politica

10/06/2021 | 13:31

Giochi e limiti orari, As.tro replica al sindaco di Arcene (BG): "Sulla sentenza del Tar deciderà il Consiglio di Stato, no agli slogan precostituiti"

facebook twitter pinterest
Giochi limiti orari Astro astro arcene

ROMA - Sarà il Consiglio di Stato a decidere se confermare o meno la sentenza con cui il Tar Lombardia ha annullato i limiti orari dei Comuni di Arcene, Castel Rozzone e Spirano. È quanto sottolinea l'associazione As.tro dopo l'intervento di Roberto Ravanelli, sindaco di Arcene, nel corso della trasmissione "Effetto giorno" su Radio24. Il presidente As.Tro Massimiliano Pucci ricorda in una nota che spetterà a Palazzo Spada «decidere se la sentenza è così "scandalosa"». Pucci fa presente che l'attività di gioco tramite apparecchi «è un'attività lecita e regolamentata» dallo Stato e che limitazioni orarie come quella di Arcene «svincolate dall’esistenza di un’attuale e concreta situazione di emergenza sanitaria», rischiano di rimettere «alla mera discrezionalità dei Sindaci il destino di qualsiasi attività commerciale». È errato, secondo As.tro, il punto di vista del sindaco di Arcene, secondo cui i limiti orari dovevano essere confermati anche in mancanza di pazienti in cura per ludopatia. Ai sindaci, ricorda l'associazione, «non è però riconosciuta dall'ordinamento una così illimitata competenza. L'esercizio del loro potere di limitare le libertà economiche e individuali non gode di una discrezionalità illimitata, ma deve sempre trovare giustificazione in situazioni attuali e concrete presenti nel territorio». Il contenuto della sentenza «meriterebbe di essere affrontato con la dovizia e la competenza che consentano di approfondire i profili di complessità in cui esse si articolano - conclude Pucci - che mal si prestano a essere affrontati in tre minuti di intervista radiofonica realizzata peraltro con una sola delle parti coinvolte. A meno che non si vogliano lanciare slogan a sostegno di tesi precostituite».
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi ADM: sequestrate 18 apparecchiature in provincia di Bari

Giochi, sequestrate 18 apparecchiature in provincia di Bari

21/09/2021 | 17:42 ROMA - I funzionari ADM di Bar hanno portato a termine un duplice sequestro, presso un club situato ad Altamura e un circolo ricreativo a Sannicandro di Bari, per il contrasto al gioco illegale e in ottemperanza alle misure di...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password