Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/09/2021 alle ore 20:38

Attualità e Politica

06/07/2021 | 11:40

Gioco in Italia, il Rapporto Luiss Business School-Ipsos: nel 2020 crollo della spesa e delle entrate fiscali, la crisi del retail (-42%) apre la porta all'illegalità

facebook twitter pinterest
Gioco Italia Rapporto Luiss Ipsos spesa entrate illegalità

ROMA - Nel corso del 2020 la spesa complessiva del gioco si è ridotta del 33,5%, «con potenziali rischi di travaso ai canali di gioco illegali». Di conseguenza, nel 2020 il gettito erariale da gioco ha registrato la più bassa contribuzione alle entrate fiscali dal 2006 - 6,7 miliardi di euro - sia in termini assoluti sia relativamente alle altre tipologie di entrate. È quanto emerge dal primo Rapporto di ricerca del Progetto sul settore del Gioco sviluppato da Luiss Business School e Ipsos e presentato oggi a Roma.
Particolarmente colpito è stato il canale del gioco fisico, la cui spesa si è ridotta del 41,7% a causa dei lunghi lockdown. Il 75% della diminuzione della spesa del canale retail è stata determinata dal netto ridimensionamento della spesa in slot e videolottery, che si è attestata a 4,8 miliardi di euro nel 2020 contro i 10,3 miliardi di euro nel 2019. In forte ribasso anche la spesa per scommesse sportive, virtuali e ippiche, che ha riportato un calo di 453 milioni di euro, il 36% in meno rispetto al 2019. Vistoso sia in termini assoluti che percentuali è il calo della spesa nelle categorie Lotterie, Lotto e Superenalotto e Bingo, che si sono ridotti rispettivamente di 1 miliardo (- 19%) e 237 milioni (-53%) di euro. 
LL/Agipro

Il giocatore fuori dalle regole è uomo, 40enne, ben integrato. Il fenomeno illegale coinvolge 4,4 milioni di individui

Attività “tollerata” e poca conoscenza da parte degli utenti, ecco come prospera l'offerta illegale

Caroli (Luiss Business School): "Illegalità indietreggia con l'aumento della legalità"

Minenna (Adm): "Dopo l'estate l'app per la segnalazione dei punti illegali, ma serve un testo unico per razionalizzare il settore"

Cairoli (Igt): "Illegalità in crescita dopo il lockdown, ma per le lotterie fenomeno più contenuto"

Durigon (Mef): "Legge quadro prioritaria, nella prossima finanziaria la soluzione per le concessioni"

De Raho (proc. Antimafia): "Piattaforme all'estero e punti vendita in Italia per gioco online illegale"

Minenna (Adm): "Test in corso per l'app contro i punti illegali, puntiamo alla presentazione il 10 settembre"

Durigon (Mef): "Al lavoro con Mef e Ministero Affari regionali su legge delega: obiettivo concessioni e riorganizzazione del settore"

Durante (Sisal): "Educazione e formazione dei giocatori essenziali per la legalità, app di Adm aiuterà settore"

Schiavolin (Snaitech): "Aumentare informazione ai consumatori, preoccupa inconsapevolezza del giocatore"

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password