Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/04/2019 alle ore 21:20

Attualità e Politica

04/04/2019 | 17:26

Gioco online, Razzante (Univ. Bologna): “Sufficienti i limiti previsti per il ‘cash’, più controlli su esercenti e piattaforme estere”

facebook twitter google pinterest
Gioco online Razzante cash

La strategia di Procure e Monopoli – al lavoro insieme per limitare gli abusi nella gestione dei punti ricarica per il gioco online - è «certamente condivisibile, anche se va precisato che le debolezze riguardano singoli punti vendita e non i concessionari». E’ quanto dichiara ad Agipronews Ranieri Razzante, professore di “Intermediazione finanziaria e Legislazione antiriciclaggio” all’Università di Bologna e Presidente dell'Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio (AIRA). Anche eventuali limitazioni nell’utilizzo del cash – di cui si discute - vanno ricondotte in un alveo di ragionevolezza, sottolinea Razzante: «Va ricordato che  il contante costituisce la moneta ufficiale che ciascun cittadino può utilizzare liberamente, con i soli limiti delle norme antiriciclaggio. Quelli esistenti sono già sufficienti, anche se possono essere aggirati così come può avvenire per qualsiasi transazione commerciale. E non dimentichiamo che le giocate e le vincite sono già tracciate secondo disposizioni di legge presso i concessionari e i gestori». La chiave vincente nella lotta al riciclaggio nei giochi è - conclude Razzante - nell’incremento dei controlli: «In particolare sui singoli esercenti perché la criminalità organizzata si serve per lo più delle reti quando trova debolezze, anche ad insaputa degli operatori. L’online è indubbiamente, ad oggi, il pericolo più concreto, perché il settore è affollato di piattaforme fantasma e circuiti paralleli illegali, con sedi all’estero poco controllabili da Agenzia delle Dogane e forze dell'ordine. L’infiltrazione della criminalità diventa poi più agevole se le società licenziatarie sono stabilite in paesi non cooperativi». NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password