Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/08/2018 alle ore 19:02

Attualità e Politica

06/02/2018 | 14:05

Gioco patologico, Emilia-Romagna: 231 persone in cura a Modena nel 2015

facebook twitter google pinterest
Gioco patologico Emilia Romagna Modena

ROMA -  È quella di Modena la provincia dell'Emilia-Romagna che registra il maggior numero di giocatori patologici in cura: 231 i casi registrati nel 2015. Sono i dati illustrati dal sindacato Spi-Cgil di Modena, secondo cui si segnala "un aumento costante di giocatori patologici, che spontaneamente si sono presentati ai servizi per le dipendenze chiedendo di essere curati": se nel 2010 si contavano 512 persone in cura, nel 2013 si è arrivati a quota 1.110". La legge regionale del 2013 per il contrasto e la prevenzione del gioco d'azzardo "mira ad azioni di tipo educativo, culturale, sociale e di tutela sanitaria, anche se non impatta sulla diffusione delle sale da gioco, in continuo aumento". Se nel 2013 in regione si contavano 31.631 slot machine e 4.870 video lottery, nel 2015 sono diventate rispettivamente 34.246 e 5.206, spiegano dal sindacato. Quest'ultimo dato regala all'Emilia-Romagna il terzo posto tra le regioni per numero di VLT, dietro Lombardia e Lazio. Spostandosi sulla concentrazione di apparecchi in proporzione al numero di abitanti, Modena risulta in questo caso all'ultimo posto (un apparecchio ogni 185 residenti) mentre al primo c'è Piacenza (uno ogni 131). 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password