Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/10/2022 alle ore 20:44

Attualità e Politica

23/05/2022 | 14:10

Golden Gala 2022, Nepi Molineris (Dg Sport e Salute): «Jacobs è un testimonial straordinario per la pratica di base»

facebook twitter pinterest
Golden Gala 2022 Nepi Molineris (Dg Sport e Salute): «Jacobs è un testimonial straordinario per la pratica di base»

ROMA - Diego Nepi Molineris, Dg di Sport e Salute, sottolinea come i grandi eventi, è il caso del Golden Gala, non siano soltanto sport d’élite e spettacolo, ma anche opportunità da cogliere per la 'contaminazione'  sportiva del Paese: «Il dovere degli uomini di sport è nel saper cogliere i segnali. In questo senso, le direzioni in cui si sviluppa il nostro lavoro sono essenzialmente due.  La prima è nella creazione di un tessuto capillare di strutture e luoghi di sport in modo da dare vita ad un movimento nelle nostre città che sappia attivare un processo di inclusione, educazione e formazione», è la riflessione  del  Dg di Sport e Salute in occasione della conferenza di presentazione di oggi del Golden Gala Pietro Mennea, che prosegue: «Tutto questo seguendo l'esempio di Bruno Zauli, uno dei più grandi dirigenti sportivi che non è stato soltanto uno degli uomini chiave di Roma 1960, ma anche il 'padre' dei  Campi Scuola di atletica leggera che  si moltiplicarono nel Paese. E certo non dimentico Primo Nebiolo che, negli  anni 70 e 80, rivoluzionò il tessuto delle strutture  sul territorio creando centinaia di nuovi impianti per l'atletica. E fu lui, Nebiolo, a ideare il Golden Gala, nel 1980, anno in cui furono boicottate le Olimpiadi di Mosca, per consentire agli atleti occidentali di misurarsi con quelli dell'Est europeo».

Il secondo architrave per la nascita di un nuovo 'strato' di entusiasmo e fermento non può che essere l'effetto traino di un campione come Marcel Jacobs: «Lui  è uno straordinario esempio di energia progettuale. Un ragazzo con cui fare una vera rivoluzione. Negli anni 70, ad esempio, grazie a Gustavo Thoeni e la valanga azzurra lo sci fu al centro di un vero e proprio boom. Un effetto per il quale poi, anni dopo, Alberto Tomba farà da booster. Atleti straordinari che hanno reso lo sci uno sport sempre più popolare e alla portata di molti, con il conseguente sviluppo economico, turistico, impiantistico». Jacobs è come Thoeni, Tomba e tutti quei fuoriclasse che hanno avuto il merito di fare da trampolino per il loro sport: «Sì, Marcel Jacobs è come questi uomini straordinari e attraverso le sue imprese la pratica di base dell'atletica leggera nel nostro Paese può arrivare a livelli altissimi. Nostro compito è assecondarlo  costruendo il tessuto impiantistico all'interno del quale i nostri ragazzi potranno sognare di essere come lui».

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password