Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2018 alle ore 19:03

Attualità e Politica

14/02/2018 | 12:59

Imposta agenzie estere, Stanleybet: “Doppia imposizione vietata da regole europee, inevitabile rinvio a Corte UE”

facebook twitter google pinterest
Imposta unica ctd Stanleybet

ROMA - “Non potevamo aspettarci di più. La Consulta ha deciso su un caso vecchio, precedentemente all’entrata in vigore della legge. Sul quesito della retroattività della norma, la Corte Costituzionale ha accolto il ricorso Stanleybet, mentre la norma non è incostituzionale”.  Fonti del Dipartimento legale di Stanleybet esprimono soddisfazione per la decisione della Corte Costituzionale, che delegittima – apprende Agipronews da Liverpool – gran parte degli accertamenti fiscali inviati ai centri dall’Amministrazione. “La Corte fornisce un assist a Stanleybet, equiparando un concessionario estero a quelli italiani e considerando il ctd come un soggetto che gestisce il business: “Stanleybet versa le sue imposte all’estero ed è stato pacificamente discriminato negli anni dal sistema italiano: emerge il tema del divieto generale di doppia imposizione nell’Unione Europea. Crediamo che il caso possa rapidamente approdare alla Corte di Giustizia Europea, che dovrà verificare la compatibilità della norma fiscale italiana al Trattato europeo”, concludono dalla società. NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

notizie agipronews slot scommesse giochi

Giochi, la settimana in un clic

21/09/2018 | 15:32 LUNEDI' 17 SETTEMBRE Politica – La Regione Veneto si appresta a varare una normativa antiludopatia, ricalcata su quelle in vigore in molte regioni italiane. I 15 articoli della legge-quadro proposta dalla Giunta prevedono...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password