Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/05/2019 alle ore 20:32

Attualità e Politica

14/03/2019 | 17:00

Enada Primavera – Slot, Lipparoni (Dir. Commerciale Global Starnet): “Awpr, investimenti possibili solo con continuità delle concessioni”

facebook twitter google pinterest
LIPPARONI GLOBAL STARNET ENADA PRIMAVERA

RIMINI - Adeguamento delle macchine e continuo confronto con i partner commerciali, in un quadro regolatorio sempre più complesso. Ne parliamo a Enada Primavera con Massimo Lipparoni, Direttore commerciale di Global Starnet. 

Quali sensazioni ha avuto incontrando i partner? Prevale la preoccupazione o rimane la fiducia?

«Intanto, c'è l'aspettativa di portare avanti il lavoro con Global, che è un concessionario al servizio del gestore. Per tutto il contesto istituzionale, il momento è particolare e la politica non aiuta a stare sereni. Novità fiscali e regolamentari, oltre alle awpr, danno qualche preoccupazione. Cerchiamo di dare il miglior servizio al gestore, anche nelle condizioni complesse in cui ci troviamo».

Che genere di feedback arriva dal territorio?

«C'è una preoccupazione di non avere regole certe: ci si sveglia la mattina e un comune o una regione può cancellare quanto fatto in anni o decenni da un operatore. Bisogna tornare ai contenuti dell'accordo Stato-regioni, altrimenti ci saranno danni maggiori di quanto si immagini. La filiera ci crede ancora». 

Il decreto Awpr è in partenza verso Bruxelles. Il progetto è condivisibile?

«In linee generali, non c'è differenza sostanziale con il presente: non sono previste modifiche all'articolo 110, quindi cambierà sostanzialmente la messaggistica tra operatore e amministrazione. Di sicuro, mi aspetto una stretta dei controlli verso chi opera in maniera non legale. Non è possibile alzare la soglia sempre e soltanto verso gli operatori autorizzati. Il settore ha bisogno di essere maggiormente tutelato».

Con le concessioni in scadenza nel 2022, le awpr sono sostenibili dal punto di vista finanziario?

«Per il nostro modello è sostenibile: i gestori fanno investimento sulle macchine, il concessionario sulla rete. Se l'investimento venisse solo da una parte, non ci sarebbero tempi per ammortizzarlo. Speriamo che gli investimenti siano collegati all'allungamento dell'attività».

Avete presentato novità commerciali a Enada Primavera?

«Stiamo proseguendo le presentazioni avviate a Enada Roma, con tre nuovi giochi prodotti da Egt, una società bulgara. Presentati oggi, saranno presto nella rete. Infine, le nostre migliori sale, che avranno speciali condizioni di offerta, saranno d'ora in poi denominate “Global Star”».

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password